Disastro di Hillsborough, ecco il libro inchiesta in italiano

Indro Pajaro, giovane giornalista italiano, racconta in un libro i retroscena della morte dei 96 tifosi del Liverpool in uno dei pomeriggi più bui della storia del calcio.

Il memorial di Hillsborough ad Anfield

256 condivisioni 0 commenti

di

Share

Era il 15 aprile del 1989 quando sugli spalti di Hillsborough, casa dello Sheffield Wednesday, quel pomeriggio teatro della semifinale di FA Cup tra Liverpool e Nottingham Forest, morivano 96 tifosi dei Reds schiacciati dal peso della ressa che si era creata. Un giorno nerissimo nella storia del calcio inglese che ha segnato per sempre un'epoca.

Il disastro di Hillsborough, però, non si circoscrive a quelle ore di pura follia, anzi. È quello che succede sin dai giorni successivi al fattaccio a indignare, tuttora, appassionati e amanti di questo splendido sport. Le autorità e gli organi di stampa, bravi a sfruttare il fenomeno hooligans, addossano le colpe di quanto accaduto ai tifosi, omettendo sin da subito delle scomode verità. Proprio nelle settimane successive all'evento comincerà una vera e propria guerra tra i tifosi dei Reds e il governo Thatcher fatta di accuse continue, depistaggi e false verità. 

I familiari delle vittime costituirono da subito un comitato che diede avvio a una snervante battaglia legale, la più lunga della storia dell'Inghilterra, non solo con lo scopo di ottenere giustizia per i loro cari ma con il chiaro obiettivo di fare chiarezza e ribaltare l'idea di massa che per anni la stampa, sostenuta dalle autorità, aveva fatto credere al popolo inglese. Il 26 aprile 2016, a distanza di quasi 25 anni dalla prima udienza, la corte d'appello di Liverpool ha stabilito che i tifosi quel pomeriggio non ebbero nessuna colpa, ma che al contrario, la disorganizzazione totale della polizia e dei responsabili alla sicurezza fu una delle cause principali che portarono al decesso di 96 vite umane.

Poco dopo la storica sentenza l'MBNA Northwest Football Awards (riconoscimento assegnato al miglior sportivo, calciatore o giornalista, del Nord Ovest d'Inghilterra) è stato assegnato a David Conn, un giornalista del Guardian che proprio per la sua lunga inchiesta sul dramma di Hillsborough ha ricevuto l'ambito premio. Per 20 anni Conn ha scritto e parlato delle vicende di Hillsborough e con i suoi articoli e interviste ha aggiornato, spesso quotidianamente, non solo gli abitanti di Liverpool o i familiari delle vittime ma un'intera nazione. 

Ma se in Inghilterra se n'è parlato ovunque e per tantissimi anni, nel resto d'Europa, oltre alle immagini che si possono comodamente trovare su YouTube e alle notizie sommarie leggibili su qualsiasi sito d'informazione sportiva, non ci si è mai spinti oltre per capire cosa realmente sia accaduto quel giorno. Ad arrivarci per primo, almeno in Italia, è stato Indro Pajaro, un giovanissimo giornalista italiano classe '93, che ha ben pensato di scrivere un libro inchiesta su quella triste pagina del calcio inglese e mondiale.

15 aprile 1989 - La verità sul disastro di Hillsborough

15 aprile 1989 - La verità sul disastro di Hillsborough. È questo il titolo del libro che racconta in maniera diretta ed emozionale l'evento, svelando retroscena e avvalendosi di testimonianze con lo scopo di fare piena luce sulla vicenda, all’indomani della fine del processo che ha snervato per decenni un intero paese. Hillsborough non è sinonimo di hooligans. Hillsborough non è solo quel maledetto numero 96. Hillsborough non è solo una tragedia. Hillsborough è la storia di una memoria calpestata, di responsabilità scaricate. 

Come ci spiega lo stesso autore, lo scopo del libro è proprio questo: fare chiarezza. 

Il libro nasce come proseguimento della mia tesi di laurea triennale. Purtroppo in Italia ci sono ancora poca informazione e superficialità: giornali e siti si sono giusto limitati a riportare la notizia della fine dei processi ma nessuno si è mai preso la briga di indagare sul reale andamento dei fatti. Con il tempo e grazie a molte letture in lingua originale, ho scoperto verità a lungo nascoste e ho deciso di descrivere l'accaduto.

Indro spiega poi nei dettagli quali sono state le varie fasi che gli hanno permesso di effettuare le fedeli ricostruzioni dei fatti e raccontare nel dettagli gli avvenimenti:

Per conferire maggiore credibilità al lavoro, durante la stesura della tesi sono stato 3 giorni a Liverpool. Ho parlato con la gente del posto, tra cui Margaret Aspinall, presidente del comitato di sostegno ai parenti delle vittime che a Sheffield perse il figlio James di soli 18 anni. Ho anche conosciuto Kevin Sampson, personaggio molto noto e rispettato a Liverpool in quanto autore di un libro sull’argomento e ho anche incontrato un tifoso che visse in prima persona il dramma di Hillsborough.

In modo che non si ripeta un'altra Hillsborough in futuro, leggere e informarsi è importante. Questo libro tratta l'argomento in maniera chiara e comprensibile per tutti, il modo migliore per conoscere dall'interno una triste vicenda che col calcio non ha nulla a che vedere.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.