Vergognosi cori dei tifosi del Porto: "Il Benfica al posto della Chape"

Durante un "Clasico" portoghese di pallamano, i tifosi del Porto intonano un coro ignobile: "Che bello se al posto della Chapecoense ci fosse stato il Benfica".

411 condivisioni 0 commenti

di

Share

Magari pensavano di essere simpatici, chissà. Difficile riuscire a comprendere cosa possa frullare nella mente "umana" in certe situazioni, per arrivare a simili, vergognosi, risultati. Sta di fatto che i tifosi del Porto, in un Clásico portoghese di pallamano (sì, pallamano), contro il Benfica, hanno riempito interamente il loro settore, dando dato vita all'ignobile esempio di come quello che dovrebbe essere un classico sfottò da derby, possa poi trascendere nel cattivo gusto e nella mancanza di rispetto.

Il coro intonato dai tifosi nei confronti dei rivali di sempre, infatti, è andato decisamente oltre il limite della decenza: "Vorrei che sull'aereo della Chapecoense ci fosse stato il Benfica", in sintesi, è la traduzione di quanto cantato dai Dragões.

Inevitabile la reazione dura e la condanna da parte di tutto il mondo del calcio e dello sport in generale, per aver toccato un tema così delicato e per il quale hanno perso la vita 71 persone. Una mancanza di rispetto talmente di cattivo gusto che ha fatto il giro del mondo, anche se si trattava di una "semplice" partita di pallamano. Ha girato così tanto, da arrivare anche in Brasile, alla Chapecoense. E il club coinvolto nel tragico disastro aereo dello scorso novembre ha voluto rispondere a quello che è accaduto in Portogallo.

Chapecoense replica ai tifosi del Porto

La società brasiliana non è rimasta ovviamente indifferente a quanto accaduto nella partita di pallamano tra Porto e Benfica, per questo ha deciso di diramare un comunicato ufficiale, in cui ha condannato l'episodio e preso le distanze dal comportamento vergognoso dei tifosi lusitani:

In relazione alla triste vicenda accaduta questa settimana in Portogallo, quando una parte dei tifosi del Porto ha fatto riferimento in modo denigratorio e offensivo al disastro aereo della Chapecoense, crediamo che questo sia irrispettoso per i defunti e per il club. Manifestiamo il profondo rammarico per questi eventi inadeguati per lo sport, dove l'etica e la solidarietà umana dovrebbero essere sempre al primo posto.

A seguire è arrivata anche la risposta dei tifosi del Porto, che in un modo o nell'altro hanno tentato (invano) sulla loro pagina Facebook di attenuare la portata delle loro parole, circoscrivendole esclusivamente alla "satira":

È stata solo una satira, senza conseguenze reali. Ci rendiamo conto che è stata offensiva e non sarà più ripetuta.

Sarebbe già qualcosa.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.