Manchester United, Mourinho contro gli attaccanti: "Superficiali"

Lo Special One parla della mancanza di cinismo da parte dei suoi attaccanti: l'1-1 contro l'Anderlecht ha decisamente lasciato l'amaro in bocca al tecnico lusitano.

200 condivisioni 0 commenti

di

Share

Era senza dubbio un José Mourinho deluso, quello che si è presentato davanti alle telecamere al termine dell'andata del quarto di finale di Europa League tra l'Anderlecht e il suo Manchester United. I Red Devils hanno creato molto (16 tiri totali), portando a casa soltanto un pareggio che sa di beffa dopo la rete di Dendoncker subita al minuto 86.

In vantaggio con Mkhitaryan al 37', il Manchester United ha colpito un palo con Lingard e successivamente è andato più volte vicino al raddoppio con Rashford, Ibrahimovic, Pogba, Fellaini e lo stesso Mkhitaryan.

Facile capire, dunque, il perché dell'amarezza di Mourinho nel post partita: d'altronde, l'Europa League è forse l'unica possibilità della formazione inglese di qualificarsi alla fase a gironi della prossima Champions League, dato l'attuale quinto posto in campionato.

Manchester United, Mourinho se la prende con gli attaccanti

Mourinho, Manchester UnitedCopyright GettyImages
José Mourinho durante Anderlecht-Manchester United.

Il tecnico portoghese ha criticato i protagonisti della sua manovra offensiva, rei di non aver chiuso subito il match:

Abbiamo attaccato tutto il tempo senza riuscire a raddoppiare, perdevamo palla troppo facilmente negli ultimi venticinque metri. Abbiamo sprecato dei contropiedi facendo scelte con superficialità. Dovevamo chiudere la gara e non l'abbiamo fatto.

Visto il ritorno all'Old Trafford, il Manchester United rimane comunque favorito per il passaggio del turno. A Mourinho, però, interessa pure trovare quel killer instinct che ancora manca alla sua squadra:

Da inizio stagione abbiamo il controllo del gioco, costruiamo tante occasioni, ma non riusciamo a realizzarle. Fossi un difensore del Manchester United, ora sarei molto arrabbiato con gli attaccanti.

Opinione condivisa anche dal capitano Michael Carrick:

Viste le tante occasioni, avremmo dovuto vincere comodamente, dobbiamo essere più spietati. Il pareggio in Belgio non è la fine del mondo, abbiamo ancora buone possibilità di qualificarci alla semifinale, tuttavia dobbiamo necessariamente fare meglio di così.

Gli uomini di Mourinho sono ora attesi dal big match con il Chelsea, in programma domenica alle 16, e dal ritorno contro l'Anderlecht, fissato per giovedì alle 21.05. Saranno due partite chiave per il finale di stagione dei Red Devils, sicuramente intenzionati a far ricredere lo Special One.

Mourinho contro ConteCopyright GettyImages
Mourinho contro Conte durante l'ultimo Chelsea-Manchester United.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.