Tra appelli social, paura e indagini: le ore del Borussia Dortmund

Dal terrore alla solidarietà: i tifosi di Borussia Dortmund e Monaco si uniscono in un grande abbraccio. La polizia paventa la possibilità di una pista islamica.

653 condivisioni 0 commenti

di

Share

Il calcio non si merita tutto questo. Borussia Dortmund-Monaco ieri doveva essere la partita più divertente della serata. La festa però, qualcuno, è riuscito a rovinarla. Ma la Champions League non si ferma davanti al male: oggi, alle 18.45, le due squadre scenderanno in campo anche per dare un calcio all'odio che sta terrorizzando il mondo.

L'attentato al pullman del Borussia Dortmund ha scombussolato il martedì di Champions League. La paura ha invaso ogni angolo di Europa e ha bloccato il tragitto della squadra di Tuchel verso lo stadio. Tre esplosioni hanno danneggiato il bus dei tedeschi, provocando delle ferite a Bartra, subito trasportato in ospedale e operato nella notte al polso.

Il pallone ferma la sua corsa. Il calcio riflette: "Ma perché?". E alla polizia tedesca non resta che indagare. Le esplosioni hanno spaccato i finestrini sulla fiancata destra del pullman del Borussia Dortmund. Non solo, un giocatore - una persona come tutti noi - ha rischiato di perdere la vita. Secondo gli inquirenti si tratta di un attentato contro un obiettivo ben preciso: il bus della squadra. E ora capirne le cause sarà un passo importante per proseguire la lotta al terrore che sta spaventando il pianeta. Il calcio, però, è un organismo forte e meraviglioso: osservare la solidarietà delle altre squadre è un ingrediente prezioso per abbracciarsi assieme e stringersi forte.

La dolorosa serata del Borussia Dortmund

La pista che la polizia tedesca sta seguendo è quella che nessuno vorrebbe sentire nominare: terrorismo islamico radicale. E secondo quanto filtra da Sueddeutsche Zeitung, NDR e WDR, nella lettera di rivendicazione ritrovata nei pressi dell'autobus del Borussia Dortmund si fa riferimento alle missioni dei Tornado tedeschi in Siria e all'attentato contro i mercatini di Natale a Berlino. Tradotto: si paventa la possibilità di una matrice islamica radicale.

Alle 19.15 di questa sera ci sono state tre esplosioni in direzione del pullman del Borussia, uscito dal proprio hotel per dirigersi allo stadio. Subito è scattato l'allarme e le forze di polizia hanno chiuso la strada. Siamo certi che si trattasse di ordigni seri, complessi da costruire. Sicuramente stato un attacco mirato alla squadra del Borussia Dortmund. Il movente non è ancora chiaro e nulla può essere escluso, neppure le ipotesi più brutte e temute.

Ha spiegato così Gregor Lange, capo della polizia di Dortmund durante la conferenza stampa di ieri. In città, questa mattina, la situazione è davvero delicata. Da sottolineare: la rivendicazione scritta in arabo in una lettera c'è, ma bisogna andarci cauti. Potrebbe anche essere un tentativo di depistare le indagini. La polizia è dappertutto e sta facendo perquisizione e body check davanti allo stadio già da stamattina. Gli ordigni sono esplosi verso il pullman a 10 km dall'impianto. 

Abbiamo preso la strada principale e sentito l’esplosione. Io ero nei sedili dietro e con Bartra mi sono buttato per terra. Ci siamo tutti subito accovacciati e chi ha potuto si è sdraiato a terra. Non sapevamo se fosse successo ancora qualcosa. La polizia è intervenuta rapidamente ed ha messo al sicuro la zona. Ora siamo tutti scioccati, nessuno sta pensando ad una partita di calcio in questo momento.

A raccontare questo orrore è il portiere Roman Bürki, in preda al panico assieme al compagno Bartra. I tifosi nello stadio, invece, sono defluiti in maniera ordinata per non creare situazioni di panico. Non solo, perché anche un poliziotto è rimasto ferito. L'agente che stava scortando in moto l'autobus ha patito un trauma acustico e uno shock e non è in grado in questo momento di prestare servizio. Lo ha appena comunicato la polizia di Dortmund.

Borussia, l'appello social dei tifosi

Tifosi Borussia Dortmund e Monaco
Tutta la solidarietà tra i tifosi del Borussia Dortmund e Monaco

Tutti uniti. Poco importa il tifo. L'abbraccio del calcio è immenso. #Bedforwayfans è il messaggio social dei tifosi del Borussia Dortmund, che ieri sera hanno aperto le porte delle proprie case per ospitare i tifosi del Monaco. Un fair play tutto social caratterizzato da un cuore infinito. Tra una birra, la partita della Juventus e una dormita sotto lo stesso tetto. Con un'unica maglia addosso: quella dell'umanità.

Timori per Bayern Monaco-Real Madrid

Tutta la Germania resta in allerta, anche a Monaco, dove stasera si giocherà Bayern-Real Madrid all'Allianz Arena, sono tantissimi gli agenti impiegati. Basti pensare che la polizia tedesca ha chiesto ai giocatori del Real Madrid di raggiungere lo stadio accovacciati all'interno del pullman. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.