Barcellona, Luis Enrique: "Oggi stento a credere nella rimonta"

Il tecnico dei blaugrana, sconsolato in sala stampa: "Con la Juventus abbiamo buttato il primo tempo: sembrava il terzo di Parigi. Mi costa parlare di rimonta".

870 condivisioni 0 commenti

di

Share

Un altro incubo, dopo quello di Parigi. Luis Enrique un'altra notte folle, con un Barcellona di nuovo dominato e impotente sul campo, proprio non l'aveva messa in conto. E che la partita contro la Juventus, andata dei quarti di finale di Champions League, sia stata un incubo lo ammette a caldo, subito dopo il match:

Abbiamo buttato via il primo tempo: sembrava stessimo giocando il terzo tempo di Parigi. È una cosa molto triste e molto grave. Abbiamo preso il terzo gol su calcio d'angolo.

E nessuno ha voluto infierire facendogli notare che il terzo gol non era arrivato nel primo tempo... Era davvero distrutto l'asturiano, nemmeno l'ombra del tecnico sicuro di sé e della sua squadra, l'Invencible Armada con la quale in due anni ha vinto ben 8 trofei, triplete del 2015 incluso.

Sembrava colpito, quasi affondato, Luis Enrique, dall'immagine di un Barcellona che stentava a riconoscere sul campo, ma che, almeno a parole ha fatto sua:

È stata una prova disastrosa, ma io mi sento responsabile al 101% per non essere stato in grado di trasmettere ai giocatori quello che volevo che facessero.

Luis Enrique deluso
Luis Enrique assiste sconsolato al match

Barcellona, Luis Enrique: "Oggi stento a credere nella rimonta"

E se la debacle parigina aveva dato l'impressione che il Barcellona avesse vissuto fino in fondo una serata storta, la sconfitta torinese rischia di lasciare scorie molto più pesanti, perché la squadra di Luis Enrique è semplicemente parsa inferiore alla Juventus. Luis Enrique lo sa e infatti si rifiuta di parlare di futuro:

No, in questo momento non ci riesco. Ci penserò da domani, in questo momento sono inca**ato al 100% e faccio fatica a credere nella rimonta.

Messi e Neymar
Un'immagine della partita: Messi e Neymar sconsolati e a corto di idee

Solo più avanti il tecnico del Barcellona ha provato a ricomporre un sussulto d'orgoglio:

Se recuperiamo il nostro livello possiamo fare quattro gol a chiunque. 

Parole già sentite, ma il ritorno è fra una settimana e questa Juventus sembra fatta di un'altra pasta rispetto al Paris Saint-Germain.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.