Arsenal nella tempesta, Wenger: "Deluso ma metteremo tutto a posto"

Umiliato sul campo dal Crystal Palace, contestato da tifosi e commentatori, il manager dei Gunners dichiara: "Sono deluso ma determinato a mettere le cose a posto".

339 condivisioni 0 commenti

di

Share

In qualunque altro club lo schiaffone, quinta sconfitta in otto partite, che Sam Allardyce ha rifilato ieri sera ad Arsene Wenger suonerebbe come un de profundis. Ma a quanto pare all'Arsenal sono allergici ai cambiamenti e nemmeno il 3-0 - più netto di quanto dicano i numeri - subito da un Crystal Palace che sta pur sempre sul fondo della classifica di Premier League accontenterà i tifosi.

Difficile trovarne anche solo uno che ieri sera, scemando da Selhurst Park, avesse a cuore di difendere il timoniere dei Gunners, uno che ormai sembra occupare scrivania e panchina dell'Emirates per diritto acquisito dal 1996, quando Bill Clinton e Boris Eltsin ottenevano il secondo mandato presidenziale e in Giappone veniva lanciato il Nintendo 64, un'era geologica fa, insomma.

Colpivano, ieri sera, le facce dei giocatori dell'Arsenal, smarriti e straniti in campo, sembravano senza guida, travolti dalla forza d'urto di un Crystal Palace che a loro doveva parere il Bayern Monaco. Non c'è mai stata partita, gli uomini di Allardyce, famelici come lupi d'inverno nella neve, arrivavano da tutte le parti e su tutte le palle. Ma colpivano anche i volti dei tifosi con i loro striscioni anti-Wenger, sempre quelli, e l'espressione rassegnata, per nulla inferocita, di chi però non ne può davvero più.

Arsenal, Wenger: "Metteremo tutto a posto"

Indecifrabile, come sempre, era invece il volto segnato di Arsène Wenger davanti alle telecamere a commentare il disastro del suo Arsenal:

Non credo che tutto sia stato così negativo stasera, abbiamo avuto molto possesso palla, per esempio. Che cosa ci siamo detti negli spogliatoi? Questo rimane fra di noi. Abbiamo perso e dispiace per i tifosi. Anch'io sono deluso, ma sono anche determinato a mettere tutto a posto.

Tifosi contro Wenger
I volti rassegnati dei tifosi dell'Arsenal

Alla domanda se ci fossero novità sul suo futuro, la risposta è stata laconica: no. E mentre sui social si scatenavano gli strali dei tifosi, anche i media non scherzavano, con Neil Ashton che sul Mail definiva l'Arsenal una disgrazia e buffoni i suoi giocatori, mentre Jamie Carragher, ora commentatore per Sky, sparava un carico da novanta su Wenger

Carragher: "Tifosi e giocatori contro Wenger"

L'ex difensore e bandiera del Liverpool, uno che il vero Arsenal lo ha affrontato in decine di battaglie sul campo, non ha usato filtri:

È chiaro che i tifosi non sono più divisi: vogliono tutti un cambiamento di guida tecnica. E ora anche i giocatori lo vogliono. Ho sempre ammirato Wenger, ma adesso è ora di cambiare. Una volta se l'Arsenal arrivava secondo era un dramma, ora sembra che il quarto posto sia un grande traguardo. Il club deve lottare per la Premier, non per il quarto posto! Il modo in cui è gestita la società è imbarazzante, in tutti i settori.

Un'entrata in tackle quella di Jamie, senza tanti complimenti proprio come faceva in campo, ruvida ma pulita, in pieno... sul pallone.

Vota anche tu!

È finita l'era di Wenger all'Arsenal?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.