Disavventura per Barkley: preso a pugni in un bar di Liverpool

Che domenica per Ross Barkley. Calcio, assist, tanto Everton e poi serata in discoteca: tra drink, relax e due pugni presi in faccia. Il tutto in attesa del rinnovo.

779 condivisioni 0 commenti

di

Share

È stata una domenica intensa per Ross Barkley. La giornata tipo del talento inglese, però, ha subito uno spiacevole finale. Tutto ok fino al pomeriggio. Sveglia, riunione tattica e partita. Poi il campo, 90 minuti contro il nuovo Leicester. Risultato? Tutto ok. Larga vittoria dell'Everton per 4-2 e assist di Ross per uno dei due gol di Lukaku.

Peccato che la partita non sia la fotografia esatta per fissare la giornata di Barkley. Riassuntino: dal Goodison Park al Santa Chupitos cocktail bar di Liverpool la sera. Ci sta per staccare. Che sia con un drink o una birra, nessun reato. Chiacchiere con qualche avventore del locale e poi... due pugni in faccia. Sì, storia vera.

A confermarlo è la polizia del Merseyside. Barkley è stato colpito da una persona con la quale fino a pochi istanti prima stava parlando tranquillamente. Le telecamere a circuito chiuso del Santa Chupitos, una discoteca di Liverpool, hanno registrato un uomo mentre parlava con un altro per poi colpirlo con due pugni dal nulla: la vittima del gesto, dopo diverse verifiche, è stata identificata proprio nel giocatore dell'Everton. Punched. Colpo e caduta di schianto accasciandosi al suolo.

Barkley: tra talento, botte e rinnovo

Questa mattina il giocatore si è comunque allenato con la squadra. Dinamismo e forza fisica lo rendono l'equilibratore della formazione di Koeman. Trequartista o centrocampista centrale, l'importanza di Ross è preziosissima per i Toffees.

Talmente importante che l'allenatore lo ha messo alle corde: "O firmi il rinnovo, o te ne vai". Parola di Ronald. Intanto la polizia conferma il tutto. In Inghilterra i tabloid, tra molto stupore, hanno lanciato la notizia a più riprese: "Ross Barkley punched in face during night out".

Ross Barkley è stato colpito da un individuo che lo ha approcciato domenica notte

Queste le parole ufficiali di Matt Himsworth, l'avvocato che difende il giocatore. Proprio Barkley, che già in passato è stato vittima di pesanti minacce via Twitter da un certo Sam Walker.

Non fare lo stupido, dammi il tuo numero, oppure la tua carriera sarà finita.

Il fatto è da far risalire all'aprile del 2014. Tutto nacque da un problema di “donne”. La ex fidanzata di Barkley cominciò a frequentare Walker e i due ebbero una discussione davanti alla discoteca “Playground” di Liverpool, abituale ritrovo delle Wags. Ieri, invece, dalle parole si è passati ai fatti: anche se l'identità dell'aggressore non è ancora nota. Sui social, tuttavia, molti tifosi rimproverano a Barkley il fatto di essere rimasto 'fuori' fino a tardi. Insomma, non proprio una domenica sera da perfetto atleta.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.