MotoGP, stelle cadenti in Argentina: vince Vinales, Rossi secondo!

Maverick Viñales fa due su due dominando anche in Argentina davanti a un super Rossi e a Crutchlow. Cadono Lorenzo, Marquez, Pedrosa e Dovizioso.

MotoGP, in Argentina vince ancora Vinales. Ma quante cadute!

575 condivisioni 0 commenti

di

Share

A Termas de Rio Hondo, sede della seconda gara stagionale di MotoGP, va in scena il solito spettacolo. Privato però subito di due protagonisti, ovvero Lorenzo e Marquez (il primo caduto subito, il secondo dopo tre giri). Alla fine ha la meglio ancora Maverick Vinales, con un super Valentino Rossi (partito dalla settima posizione) al secondo posto davanti ad un sorprendente Cal Crutchlow. Giornata doppiamente speciale per il Dottore, che ha corso la gara numero 350 in MotoGp. Numeretti, insomma.

È stata una gara contraddistinta dalle cadute: oltre ai due spagnoli, anche Dovizioso, Aleix Espargaro e Dani Pedrosa sono stati costretti a finire in anticipo la gara.

Caduta pesante per Marquez, che era in fugaGetty Images
Marquez disperato dopo la caduta

MotoGP, il racconto del GP di Argentina

Partenza praticamente perfetta di Marc Marquez, che parte in pole e fa perdere le sue tracce dopo poche curve. Per Jorge Lorenzo invece subito una caduta che lo estromette anzitempo dalla gara, confermando il suo brutto inizio con la Ducati. Dietro allo spagnolo numero 93 inizia a formarsi il vuoto con Crutchlow, Vinales e Rossi che si danno battaglia e perdono contatto dalla vetta. Al terzo giro la svolta: Marquez perde contatto con la sua HRC e cade incredibilmente, buttando via quella che sembrava una vittoria annunciata.

Lotta a tre da questo momento in poi, con il Dottore sempre terzo e Vinales primo dopo il sorpasso ai danni di Crutchlow. Dietro, invece, continua la sfortuna di Andrea Iannone, costretto a un Ride Trough, ovvero il passaggio a velocità rallentata dai box, a causa della caduta iniziale di Lorenzo (dalle immagini però non sembra essere colpa dell'italiano), scivolando dunque al 20esimo posto di questa seconda gara stagionale di MotoGP.

Non sembra davvero giornata per gli spagnoli, a metà gara saluta anche Dani Pedrosa, scivolato proprio come il suo compagno di squadra in Honda. Davanti è sempre più dominio Vinales, che incrementa il proprio vantaggio ad ogni curva. La sfortuna colpisce anche il nostro Andrea Dovizioso, caduto insieme ad Aleix Espargaro dopo un contatto fortuito causato dallo spagnolo. 

Gli ultimi dieci giri sono a dir poco scoppiettanti. La bagarre tra Rossi e Crutchlow si fa sempre più intensa, con il nativo di Tavullia bravissimo a sorpassare l'inglese quando mancano sette giri alla conclusione. Da questo momento in poi la situazione non cambia, consentendo a Vinales di festeggiare la seconda vittoria consecutiva, mentre Vale trova un secondo posto di lusso. Gara che, complice anche molte cadute, è stata imprevedibile fino alla fine.

La classifica finale della gara

  1. Maverick Vinales, Yamaha
  2. Valentino Rossi, Yamaha
  3. Cal Crutchlow, Honda
  4. Alvaro Bautista, Ducati
  5. Johann Zarco, Yamaha
  6. Jonas Folger, Yamaha
  7. Danilo Petrucci, Ducati
  8. Scott Redding, Ducati
  9. Jack Miller, Honda
  10. Karel Abraham, Ducati
  11. Loris Baz, Ducati
  12. Esteve Rabat, Honda
  13. Hector Barbera, Ducati
  14. Pol Espargaro, KTM
  15. Bradley Smith, KTM
  16. Andrea Iannone, Suzuki

La classifica piloti (prime dieci posizioni)

  1. Maverick Vinales (Spa, Yamaha) 50 punti
  2. Valentino Rossi (Ita, Yamaha) 36
  3. Andrea Dovizioso (Ita, Ducati) 20
  4. Scott Redding (Gbr, Ducati) 17
  5. Cal Crutchlow (Gbr, Honda Lcr) 16
  6. Jonas Folger (Ger, Yamaha Tech 3) 16
  7. Jack Miller (Aus, Marc Vds Honda) 15
  8. Marc Marquez (Spa, Honda) 13
  9. Alvaro Bautista (Aspar Team) 13
  10. Dani Pedrosa (Honda) 11

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.