Mainz in zona retrocessione: Klopp spinge i tifosi allo stadio

In Bundesliga il Mainz è in zona retrocessione e con 5 sconfitte in fila è anche in piena difficoltà. Klopp chiede ai tifosi di riempire lo stadio per la salvezza.

Il Mainz è in zona retrocessione in Bundesliga. Klopp chiede che lo stadio venga riempito

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Serve amore, serve grinta e anche un pizzico di fortuna. Se si è in zona retrocessione a poche giornate dalla fine per salvarsi serve tutto questo. Il Mainz in Bundesliga è in difficoltà. Ha conquistato appena un punto nelle ultime 6 giornate ed è terzultimo (farebbe lo spareggio con la terza della seconda serie) a pari punti con l’Augsburg.

Le difficoltà sono evidenti, al punto che mister Schmidt, che l’anno scorso ottenne un’insperata qualificazione all’Europa League, è a serio rischio esonero. Non che abbia colpe particolari, ma serve una scossa e nel calcio, si sa, può arrivare anche attraverso un semplice cambio d’allenatore. Proprio in queste ore a Mainz si sta parlando con particolare insistenza di Jurgen Klopp.

Sia chiaro: Klopp non lascerà il Liverpool per tornare al club allenato fino al 2008, ma ha voluto lasciare un video-messaggio molto forte e convincente ai tifosi. Li ha invitati ad andare allo stadio, a lottare per la squadra, per ottenere la salvezza. Tutti insieme. Giocatori, società e tifosi. E come al solito Klopp è stato particolarmente emotivo.

Jurgen Klopp
Klopp ai tempi del Mainz

Klopp spinge i tifosi del Mainz allo stadio

Klopp è stato a Mainz per anni. Dal 1990 al 2001 da calciatore. Con la squadra che era in piena crisi, il club decise di affidargli la panchina nel 2001. Lui accettò e ottenne subito ottimi risultati. Il Mainz sfiorò la promozione sia nel 2002 che nel 2003. In quell’estate Klopp decise di portare tutti in ritiro su un’isola deserta in Svezia per cementare il gruppo. E fece bene perché ottenne la promozione. Nel 2008 arrivò la chiamata del Borussia Dortmund e decise di andarsene. Alla festa d’addio arrivarono circa 40.000 persone.

Era tutto davvero eccessivo. Donne e bambini che piangevano, così come uomini e anziani. Non ho un’opinione tale di me da pensare di meritare tutto questo, ma, seppur eccessivo, era davvero commovente.

Con il Mainz che ora è nuovamente in difficoltà due ultrà del club hanno deciso di andare in volo fino a Liverpool per chiedere a Klopp di aiutarli. Di aiutare la squadra. E Klopp non si è tirato indietro, decidendo di mandare un messaggio chiaro a tutti i tifosi:

Dato che prima o poi tornerò a Mainz per viverci, spero che il club giochi in Bundesliga. La situazione non è disperata, spero che tutti abbiano capito per cosa si sta combattendo. Tifosi, alzatevi e andate a comprare il biglietto per le prossime partite. Urlate così forte da farvi uscire l'anima dal corpo. Chi non trova il biglietto, perché spero che lo stadio sia tutto esaurito, deve fare la stessa cosa di fronte alla tv. Tutta Mainz per un solo obiettivo.

Al Mainz per salvarsi serve amore, serve grinta, e serve anche un pizzico di fortuna. E a parte la fortuna, Klopp sta cercando di mettere il resto.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.