Gol, assist e... passeggiata: i calciatori e i loro compagni a 4 zampe

Cani e calciatori: tra Real Madrid e Barcellona, Messi e Cristiano Ronaldo, con un rapida fermata in Serie A e Bundesliga, ecco tutti i fedeli "compagni" a 4 zampe.

1 condivisione 0 commenti

di

Share

Un "Clasico" rientro a casa fatto di coccole e corse nei prati, con cross al bacio di bastone lanciato in profondità nel parco, colpo di coda scodinzolante, cori incessanti di bau e miao, ed eurogol con osso nascosto in qualche buca. Un "Monday Night" di passeggiate nel parco, un posticipo di croccantini e l'unico trasferimento possibile... al parco, magari di mattina presto. Il mondo degli animali a 4 zampe incontra i calciatori: non cambiano mai squadr... pardon, padrone, e non entrano duro in scivolata. Al massimo partono all'inseguimento, se si comincia a correre con un biscotto in mano destinato a loro. Il calcio è di chi li ama. E loro ricambiano, in un calciomercato fatto di gesti affettuosi e sonnellini insieme.

ristiano Ronaldo, per dire, fresco di statua in suo onore, una statua la farebbe volentieri al suo labrador retriever, Marosca. E va subito in gol: selfie insieme, megastar del Real Madrid e no, nessuna top-model, ma un musetto soddisfatto. Il terzino dei Blancos Marcelo è un "dog-lover" convinto: e sembra di rivedere la scena iniziale della Carica dei 101.

Il difensore centrale madridista Raphaël Varane ha un labrador bianco che fotografa regolarmente, e per rimanere a Madrid, sponda Atletico, anche la punta Griezmann sorride felice con il suo bulldog francese. Ma nella carica dei 101 pre-Clasico che vi proponiamo la sfida a 4 zampe è subito raccolta da Lionel Messi: la compagna lo immortala con il suo fido 4 zampe. Che si chiama Hulk, un omaggio al noto supereroe. E un chiaro riferimento alle sue dimensioni: "continua a crescere", il commento su Instagram. E il web ironizza, cercando di fare previsioni su quanto sarà enorme nel 2020, di questo passo (più o meno alto quanto i difensori centrali che di solito marcano il padrone, si presume).

I giocatori e i loro cani: da Neymar Jr a Zlatan...

Anche Neymar Jr ha due cani, uno di nome Poker. Probabilmente in riferimento alle sue prodezze in campo, o al tridente letale composto con Messi e Suarez. Il quarto goleador, in questo caso, non avrà grande senso del gol, ma in quanto a coccole sembra non avere rivali. In Premier League? Si scatena Alexis Sanchez: è follemente innamorato dei suoi due cani, li immortala di continuo. Anche in posa "like a boss", con gli occhiali da sole. E no, anche se sembrano molto Allegri in ogni pic, non è un riferimento alle manovre in panchina dei GunnersMesut Özil ha una storia da libro Cuore da raccontarvi: "Avevo paura dei cani da bambino, ora li amo". E ora, per sconfiggere ogni paura, ha chiamato il suo cucciolo (tra l'altro testimonial del suo libro) "Balboa", come Rocky. Per rimanere a Londra, l'ex Roma Erik Lamela era molto attaccato al suo compagno fedele Simba: alla sua scomparsa ha chiesto ed ottenuto da mister Pochettino alcuni giorni di permesso. Ma passiamo ad argomenti più allegri (sempre nessun riferimento): sapete come ha chiamato il suo cagnolino Santi Cazorla? Ha osato, e tanto: il suo nome è Zlatan. E il riferimento a Zlatan Ibrahimovic, stavolta, non è per nulla casuale.

Chissà che ne pensa, il sempre sobrio attaccante del Manchester United, di essere portato a spasso tutti i giorni al guinzaglio da Cazorla? In Italia Dries Mertens è molto attivo in una lodevole iniziativa: vuole aiutare alcuni cagnolini randagi nei pressi di Avellino a trovare padrone, aiutato anche da Schmelzer del Borussia. Al suo attivismo reale, fa da contraltare Mauro Icardi. Non siamo certi la citi nella sua autobiografia, ma sicuramente Coco Icardi ha un suo account Instagram. Hashtag #eraNecessario? Dobbiamo chiudere la nostra rassegna di calciatori con i loro compagni a 4 zampe con l'eroe di giornata: non avrà un contratto milionario, non farà gol a raffica. Ma quanto palleggia bene di testa? 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.