Chelsea, Conte vuole Pirlo come assistente dalla prossima stagione

I Blues potrebbero riunire la coppia che alla Juventus vinse tre scudetti e due Supercoppe. Il manager vuole Andrea come assistente dalla prossima stagione.

Conte e Pirlo

610 condivisioni 0 commenti

di

Share

C'eravamo tanto amati, e avevamo anche vinto tanto insieme. Antonio Conte non aveva avuto dubbi nel 2011 quando aveva saputo che il Milan non aveva intenzione di rinnovare il contratto ad Andrea Pirlo. Appena firmato il contratto nuovo di zecca per guidare la Juventus, sapeva che un mediano d'esperienza come il bresciano, per giunta a parametro zero, gli avrebbe fatto comodo.

A 32 anni il fisico di Andrea era assolutamente integro e lo ha dimostrato: in bianconero ha continuato a dispensare calcio magistrale, fatto di lanci millimetrici, aperture intelligenti ma anche gol, come ai bei tempi, soprattutto con delle punizioni straordinarie che erano delle vere e proprie opere d'arte.

Sotto la guida di Antonio Conte, alla Juventus Pirlo ha giocato tre anni, diventandone anche il megafono sul campo, un po' come adesso Hazard al Chelsea. Insieme hanno vinto 3 campionati su 3 e 2 Supercoppe italiane. Hanno stabilito primati come quello dei punti conquistati, 102 nella stagione 2013-14, e uguagliato record imbattibili, riuscendo a chiudere, due anni prima, il campionato senza nemmeno una sconfitta.

Conte e Pirlo
Conte e Pirlo insieme anche in Nazionale

Chelsea: Conte e Pirlo di nuovo insieme?

Il rapporto fra i due, strettissimo, era poi continuato anche in Nazionale: quando Conte era diventato ct aveva subito consegnato a Pirlo le chiavi del centrocampo. E ora, secondo quanto ha detto Ray Wilkins a Talksport, il manager del Chelsea vorrebbe Andrea nello staff dei Blues:

Pirlo è stato almeno un paio di volte a Stamford Bridge quest'anno. Lui è un pupillo di Conte, che lo ha allenato alla Juventus e adesso lo vorrebbe con sé come suo assistente.

Una reunion che non sarebbe una sorpresa. Pirlo, il cui contratto col New York City scadrà a fine anno, aveva manifestato solo poche settimane la sua ammirazione per il manager del Chelsea:

Conte per me è il miglior tecnico in circolazione. Lui è un genio, lavora ogni giorno molto duramente ed è sempre concentrato sul calcio. Cura i piccoli dettagli e le sue squadre giocano a memoria esprimendo un buon calcio. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.