Colpo di scena Gentile: ufficiale la firma all'Hapoel di Pianigiani

Niente allenamenti singoli fino a fine stagione: l'ex Olimpia firma a sorpresa con la squadra dell'ex CT azzurro, in cui ritroverà anche alcune vecchie conoscenze.

Alessandro Gentile

84 condivisioni 0 commenti

di

Share

Sembrava tutto ormai deciso: addio al Panathinaikos formalizzato dopo soli due mesi e mezzo dal suo sbarco ad Atene e ritorno a Milano per dedicarsi ad allenamenti in solitaria in vista del termine della stagione, attendendo degli Europei con la maglia della Nazionale al via il prossimo agosto. Eppure, la particolarissima annata vissuta da Alessandro Gentile finirà per regalare un nuovo capitolo alla carriera (nonché alla stagione stessa) dell’ex capitano dell’Olimpia Milano, la cui futura tappa porta ufficialmente il nome dell’Hapoel Gerusalemme.

Gentile e le vecchie conoscenze

Curtis Jerrells e Alessandro Gentile
Curtis Jerrells e Alessandro Gentile ai tempi di Milano

Sarà dunque sotto la già nota guida di Simone Pianigiani, ct con cui Gentile ha condiviso anche l'esperienza ad Eurobasket 2015, la prossima esperienza del talento classe '92 di Maddaloni: all'Hapoel, principale contender in Israele del Maccabi Tel-Aviv, l'ex EA7 ritroverà anche una vecchia conoscenza biancorossa come Curtis Jerrells, play/guardia americano grande protagonista, tre stagioni fa e proprio insieme ad Ale, del ritorno al successo dell'Olimpia in campionato dopo ben 18 anni. Insieme a "Big Curt", ecco anche Malik Hairston, firmato dal club israeliano a gennaio ed ex compagno di Gentile a Milano per due stagioni (2011-13), e Jerome Dyson, grande avversario nell'annata che portò la Dinamo Sassari, tre anni fa, a vincere Supercoppa Italiana, Coppa Italia e Scudetto avendo spesso la meglio sull'allora squadra di Banchi. 

Cambi di rotta

Attualmente sesto in classifica nella Israeli Basketball Super League, l'Hapoel ha deciso di arricchirsi così di un nuovo, importante rinforzo per tentare di superare ancora il Maccabi Tel-Aviv, già sconfitto in Supercoppa Israeliana ad inizio stagione (77-62) ma non superato nell'ultimo e decisivo atto di Coppa d'Israele (68-82), con il bilancio in regular season attualmente fermo sull'1-1. Per Gentile, la tappa a Gerusalemme rappresenterà così la terza tappa stagionale: dall'annata al via con l'Olimpia, terminata anticipatamente a dicembre, a quella che sembrava poter essere la definitiva, futura soluzione per l'ex Treviso, seguendo le orme di papà Nando in maglia Pana. I rapporti presto incrinatisi con coach Pascual per il poco spazio concessogli, tuttavia, hanno finito per rimescolare nuovamente le carte, riportandolo a Milano e, anche in caso di eventuale volontà, impossibile da riaggregare al roster EA7 per limite di squadre stagionali raggiunto. L'impressione di poterlo vedersi allenare singolarmente, tuttavia, è svanita di fronte all'ennesimo colpo di scena di un periodo più che movimentato, che vedrà ora Gentile indossare la maglia (numero 5) dell'Hapoel Gerusalemme agli ordini di Pianigiani. Allontanando i pensieri sul futuro, con un contratto ancora in essere con l'Olimpia, e tentando di ritrovarsi e prepararsi al meglio per Eurobasket 2017: kermesse in cui Ettore Messina vorrebbe ancora contare sul suo talento al 100% della condizione fisica e mentale.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.