Wiese è tornato, ma il Dillingen perde: "Punto la Bundesliga"

Il suo Dillingen è stato battuto per 2-1, ma Wiese è stato il migliore in campo. Per questo Tim ha ammesso pubblicamente di voler tornare a giocare in Bundesliga.

Tim Wiese ieri è tornato in campo dopo quattro anni di inattività. Il suo Dillingen ieri ha perso

731 condivisioni 0 commenti

di

Share

Un vero showman. Perfetto sotto ogni punto di vista. Perché famoso, perché apprezzato, e anche perché un po’ arrogante. Il giusto, senza esagerare. Il giusto per piacere al pubblico. Tim Wiese è così, ha sempre successo. A novembre è riuscito a riempire un palazzetto dello sport portando 7000 persone per un incontro di wrestling. Eppure ai tedeschi il wrestling non piace. Ma c’era Wiese e allora la gente è andata a vederlo e a rendergli omaggio.

Un po’ come successo ieri. Ben 2000 tifosi sono andati a vedere la partita del Dillingen, club di sesta serie in Germania. Di solito ce ne sono al massimo 60. Significativo. E per vedere la partita, a differenza delle altre volte, bisognava pagare: la curva è stata messa in vendita a 6 euro, la tribuna a 9. Uno sproposito per una squadra in piena retrocessione in sesta serie.

Il Dillingen ha perso per 2-1, ma Wiese è risultato essere il migliore in campo. Parate, ottimi interventi, perfino miracoli. E il pubblico è impazzito per lui. Tutti urlavano il suo nome. Come ai vecchi tempi, come quando giocava in Bundesliga. E infatti a fine partita Wiese ha ammesso di voler tornare a giocare proprio lì. Ma era un’evidente provocazione.

Tim Wiese
Wiese con la maglia del Dillingen

Wiese torna in campo con il Dillingen

A quattro anni dalla sua ultima partita da professionista Wiese è tornato a giocare per fare un favore a Christoph Nowak, proprietario del Dillingen, club penultimo in classifica in sesta serie e con a peggior difesa di tutte. Per questo serviva l’aiuto di Wiese, che non si è tirato indietro. Ed è stato pressoché perfetto. Incolpevole sui due gol subiti, si è divertito particolarmente:

Mi chiedo perché ho rinunciato a tutto questo.

A fine partita Wiese si è perfino calato nella parte del leader, benché sia l’ultimo arrivato in squadra e benché probabilmente non giocherà più con loro. Almeno questo è il piano dell’ex portiere della nazionale tedesca:

Nel primo tempo abbiamo dormito. È stata una catastrofe, non avevamo possibilità. I ragazzi erano tesi, di solito non giocano di fronte a così tante persone. E il primo gol era in fuorigioco.

Tim Wiese tesserino
Il tesserino di Tim Wiese

Ma per Wiese non è sufficiente. Fra il serio e il faceto ha poi lanciato la bomba. Vuole continuare a giocare, ma non con il Dillingen. Il suo obiettivo è quello di tornare in Bundesliga. Perché ieri è tornato a giocare dopo 4 anni ma Tim è un tipo ambizioso.

Non giocherò più in sesta serie. Però credo di essere ancora sufficientemente bravo per la Bundesliga.

Un vero showman. Perfetto sotto ogni punto di vista. Perché famoso, perché apprezzato, e anche perché un po’ arrogante.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.