Le star della WWE a FOX Sports: "Wrestlemania 33 sarà una nuova era"

Seth Rollins parla del suo match con Triple H e del possibile ritorno dello Shield. Cesaro e Sheamus preparano le scale e Alexa Bliss non teme il ritorno di Naomi.

245 condivisioni 0 commenti

di

Share

Wrestlemania 33 andrà in scena domenica notte, ma la settimana che accompagnerà all'evento del prossimo 2 aprile a Orlando è ricca di impegni che coinvolgono atleti WWE di Raw, SmackDown e NXT. Presente negli Stati Uniti anche la redazione di FOX Sports Italia, per raccontarvi e sentire le voci dei protagonisti dell'evento dell'anno per quel che riguarda il mondo del wrestling.

La prima tappa di avvicinamento si svolge all'Orange County Convention Center di Orlando, dove i vari wrestler dei roster di Raw, SmackDown e NXT si sono sottoposti alle interviste dei giornalisti per presentare Wrestlemania 33.

Oltre duecento i media presenti e provenienti da ogni parte del mondo, con i wrestler WWE di Raw e SmackDown che si sono divisi tra le varie postazioni. Ai microfoni di FOX Sports si sono presentati Titus O'Neil, Kalisto, Sheamus, Cesaro, Austin Aries, Seth Rollins e Alexa Bliss, raccontando le loro sensazioni in questa lunga vigilia di Wrestlemania 33.

Titus O’Neil

Il primo atleta a presentarsi nella postazione di FOX Sports è Titus O'Neil, wrestler di WWE SmackDown, che a Wrestlemania 33 parteciperà alla Andre The Giant Memorial Battle Royal:

Fare parte di Wrestlemania è già di per sé una grande soddisfazione. È il più coinvolgente dei Pay-Per-View e ho già adesso i brividi. Sono contento di prendere parte a questa rissa reale, Andre The Giant è stato un punto di riferimento per tutti i "big man", una sorta di apripista per un nuovo tipo di wrestler. Lui era un "Hell" (un cattivo), ma nonostante questo ha sempre trascinato con sé un'aura positiva. Il favorito? Direi Big Show. È veramente grande, sarà complicato buttarlo fuori.

Kalisto

Altro contendente che prenderà parte alla Andre The Giant Memorial Battle Royal è Kalisto. Il Luchador di origini messicane ha ben altre caratteristiche rispetto a O'Neil, ma la volontà di vincere è la stessa per entrambi:

Difficile scegliere una strategia per affrontare questo tipo d'incontro. Un conto è lottare contro un solo avversario e studiarlo, un altro è trovarsi in un ring con 30 o anche più persone. Se devo affrontare The Miz, ad esempio, so che devo stare sempre attento anche a quello che fa la moglie che si porta sempre dietro. Ma con così tanti avversari è difficile sceglierne una, ne servono tante. Cercherò di sopravvivere il più possibile, schivando ed evitando i lottatori più grandi.

Sheamus e Cesaro

Dopo Kalisto è il turno del tag team europeo, composto da Sheamus e Cesaro, che a Wrestlemania 33 dovrà misurarsi in un Triple Treath Tag Team Ladder Match, con in palio i titoli di coppia di Raw. I due sono affiatati, le risposte vengono completate a vicenda, anche se il primo a prendere iniziativa davanti alle telecamere è quasi sempre Cesaro.

Così, quando gli viene chiesto quali siano le loro impressioni sul recente licenziamento di Mick Foley dal ruolo di General Manager di WWE Raw, i due replicano così parlando di colui che gli ha messi insieme per la prima volta:

Siamo distrutti dal suo licenziamento. Esistono due modi diversi di essere General Manager e diciamo che quello che di Mick, a differenza di Stephanie McMahon, era il modo giusto per noi. Lui ci ha fatti diventare una coppia e a distanza di tempo continuiamo a esserlo.

Poi si passa ad affrontare l'argomento Wrestlemania 33 e questo match molto particolare che prevede l'utilizzo delle scale. Cosa serve per vincere? Alla domanda inizia a rispondere come sempre Cesaro:

Bisogna salire le scale prima degli altri, prendere le cinture e diventare nuovi campioni di coppia di Raw. Si tratta di un incontro con tanti elementi in ballo, sarà fondamentale avere fiducia nel proprio compagno e il lavoro di squadra.

La coppia composta da Sheamus e Cesaro parla del licenziamento di Mick Foley e del Ladder match di WM33
Sheamus e Cesaro durante l'intervista a FOX Sports Italia

Austin Aries

Si passa così ad Austin Aries, lo sfidante al titolo di campione dei Cruiserweght attualmente detenuto da Neville. Il lottatore è determinato e convinto di poter fare bene. Probabilmente lo è anche troppo, come ammette lui stesso:

Un mio difetto è quello di credere troppo in me stesso e nelle mie qualità, ma sono certo di fare bene. Perché dovrei vincere? Semplicemente perché lo farò, o per sottomissione, o per schienamento o magari perché gli infilerò un dito... (lasciamo solo immaginare il resto del discorso, ndr). 

Seth Rollins

È poi il momento di Seth Rollins, che combatterà in un "Match non autorizzato" contro Triple H, nonostante i medici gli abbiano sconsigliato di tornare in azione così presto dopo il suo infortunio. La sua presenza a Wrestlemania 33 era però troppo importante per lui, ecco perché ha chiesto di forzare il ritorno e dare così seguito alla faida con Triple H che ha contraddistinto il suo ultimo anno. Una rivalità che certamente ha un sapore particolare rispetto a tutte le altre avute finora:

Non è semplice affrontare una rivalità con un personaggio importante come Triple H. Lui è una leggenda, nel corso della sua carriera è riuscito a ottenere un consenso del pubblico quasi unanime e sempre più elevato. Ma nell’ultimo anno si è accanito in un modo troppo evidente su di me, il pubblico questo lo ha notato e credo che avrò un grande supporto nel corso del match.

Lui contro Triple H, Roman Reigns contro The Undertaker, AJ Styles contro Shane McMahon... Questi e molti altri sono gli incontri tra nuova generazione e vecchia scuola che andranno in scena a Wrestlemania 33. E secondo Seth si tratta di una scelta ponderata:

Questa Wrestlemania sarà ricordata come un passaggio di consegne: anche attraverso l’“utilizzo” delle leggende, le nuove leve potranno prendere il loro posto e cominciare una nuova era.

Questo è il futuro che immagina. Il passato è invece già scritto e una fetta importante della sua storia è rappresentata da The Shield, il gruppo che formava insieme a Roman Reigns e Dean Ambrose. Una stable che in molti vorrebbero vedere di nuovo in azione:

Non si sa mai, non sono io che costruisco le storie, nella WWE non si può mai dire. Ora però è difficile, perché Dean Ambrose è nel roster di SmackDown, quindi ci possiamo vedere molto poco. Nello Shield mi sono divertito tantissimo, è stato fantastico. Ma se devo scegliere, dico che preferisco combattere da singolo, perché quello che ottieni individualmente resta nella storia.

Alexa Bliss

Si conclude con la campionessa femminile di SmackDown, Alexa Bliss, che armata della sua cintura e dello splendido sorriso, ci spiega come non abbia alcuna intenzione di lasciarsi sfuggire il titolo:

Sono la campionessa di SmackDown e sono orgogliosa di questo, perché il wrestling femminile è in continua crescita come testimoniano i match ad alta intensità a cui si stiamo sottoponendo negli ultimi tempi. A Wrestlemania 33 intendo conservare il mio titolo. Se ho paura del ritorno di Naomi? No, mi preoccuperò del suo rientro, perché affronto un match in cui tutte vorranno battermi e non posso concentrarmi solo su di lei. La mia unica preoccupazione è questa: cercare di batterle tutte e conservare la mia cintura.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.