Liga, Villarreal vs Eibar 2-3: colpo basco all'Estadio de la Ceramica

La squadra di Mendilibar espugna il Madrigal in rimonta: dopo il gol di Roberto Soriano, nella ripresa vanno a segno Pedro Leon, Kike e Inui. Inutile la rete di Soldado.

112 condivisioni 0 commenti

di

Share

C'è anche l'Eibar per la corsa all'Europa League. Colpaccio della squadra di Mendilibar, che espugna l'Estadio de la Ceramica grazie ai gol di Pedro Leon, Kike e Inui. Tutti nella ripresa, indispensabili per rimontare la rete di Roberto Soriano, che aveva aperto il match e di Soldado. Il Villarreal è battuto.

Finisce 3-2 per gli ospiti al Madrigal, con l'Eibar che dimostra di credere ancora in un piazzamento europeo. Saranno indispensabili le nove partite da qui alla fina della Liga.

A sorridere è il tecnico della squadra basca che, dopo un primo tempo molto sofferto, ha visto i propri ragazzi uscir fuori alla distanza. Merito anche delle sviste arbitrali, tutte in favore degli ospiti. Il Villarreal recrimina e a beneficiare di questo passo falso c'è la Real Sociedad, che ha la possibilità di allungare in classifica.

La classifica di Liga

Villarreal, il vantaggio di Soriano

Match dal profumo d'Europa. Il Villarreal spera ancora nella rimonta per la Champions League, mentre per l'Eibar è l'ultima chiamata per il sesto posto. Sette punti dividono le due squadre in classifica e nei primi minuti di gioco si vedono tutti. Con i padroni di casa che partono meglio. Dopo due minuti Soldado sfiora il gol del vantaggio, ma la sua girata viene deviata provvidenzialmente da un difensore avversario. L'Estadio de la Ceramica deve aspettare un quarto d'ora per esultare: merito dell'ottavo gol nella Liga di Roberto Soriano. L'ex Samp è bravissimo a mettere dentro il cross dalla destra di Gaspar. La reazione degli ospiti è tutta nella conclusione di Inui alla mezz'ora: il suo destro a incrociare finisce di poco fuori. Gli unici pericoli per la squadra di Escribà arrivano da palla inattiva, ma la mira dei baschi è imprecisa.

Eibar, pareggio e sorpasso

Cambia l'inerzia della partita dopo pochi secondi dal ritorno in campo delle due squadre. L'arbitro del match, Ocon Arraiz, diventa protagonista ad inizio ripresa. Prima fischiando un rigore dubbio all'Eibar, trasformato con freddezza da Pedro Leon, poi negandone uno solare al Villarreal (fallo di mano di Lejeune su cross di Gaspar). Esplodono le proteste da parte dei calciatori di casa, increduli dopo il mancato fischio del direttore di gara.

Rabbia che si trasforma in delusione: dopo aver pareggiato i conti, i ragazzi di Mendilibar trovano la rete del sorpasso. È di Kike la zampata che regala il vantaggio agli armeros. L'ex attaccante del Boro si era anche procurato il rigore del pareggio. Terza rete in altrettante partite per il numero 17 dell'Eibar.

Ecriba attinge dalla panchina per cambiare le carte in tavola: fuori Castillejo e Trigueros, dentro Adrian e Jonathan Dos Santos. Diventa un 4-3-3 molto offensivo, con Roberto Soriano che scala da mezzala. L'occasione più pericolosa per il Submarino Amarillo è la punizione a giro di Bruno Soriano, che esce di un nulla. Sospiro di sollievo per gli ospiti, bravi a sfruttare un errore della difesa gialla e trovare il terzo gol: Inui ruba palla a Jonathan e si invola verso la porta di Fernandes, battendolo con un diagonale che si infila nel sette. Inutile il gol nel finale di Soldado, che accorcia le distanze. Ma la sostanza non cambia: i tre punti vanno all'Eibar.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.