Zabaleta: "Guardiola ci mostra i video, i miei compagni si annoiano"

Zabaleta ha raccontato che il manager catalano "annoia" alcuni calciatori del Manchester City con estenuanti sedute in sala video: "Ce ne fa vedere davvero tanti".

Pep Guardiola says ok to Pablo Zabaleta

0 commenti

di - | aggiornato

Share

Galeotta fu la sala video del Manchester City. In un calcio moderno in cui la tecnologia è ormai entrata concretamente a far parte delle metodologie d'allenamento, non si perdono ancora le vecchie abitudini legate alla visione di filmati e highlights dei propri avversari, calciatori da tenere d'occhio e tattiche da analizzare. Una preparazione certosina, che a tratti potrebbe sembrare anche superata, specie con l'avvento dell'era digitale. Tuttavia, se ti chiami Pep Guardiola e sei stato riconosciuto all'unanimità come uno degli allenatori più innovativi del ventunesimo secolo, è probabile che anche l'utilizzo della sala audiovisiva possa essere assai propedeutico all'approccio ai prossimi impegni.

Guardiola è alla costante ricerca del miglioramento: il modo in cui cura e prepara le partite è davvero fantastico. 

Lodevole, secondo Pablo Zabaleta, la minuziosa cura dei dettagli che contraddistingue l'operato di Guardiola, nonostante alcuni dei suoi compagni di squadra lo ritengano un tecnico "noioso". Tutta colpa della sala video. Le sedute che il tecnico catalano propina ai propri calciatori sarebbero infatti giudicate troppo soporifere da parte di alcuni membri dello spogliatoio. A sentire il terzino argentino però, le rimostranze avanzate sarebbero più che altro dei veri e propri capricci.

Nessuna difesa per i compagni, che non riescono ad apprezzare l'impegno profuso da Guardiola nel far sì che la squadra arrivi preparata ad un match. Sarà forse anche questa una delle motivazioni che porterà i Citizens a rivoluzionare la propria rosa nel corso della prossima sessione estiva di calciomercato, nell'ottica della costruzione di un gruppo che si adatti perfettamente alle caratteristiche del mister di Santpedor. Una rifondazione che partirà dalla difesa - reparto in cui urgono più rinforzi in diverse posizioni - e finirà in attacco, con un occhio di riguardo sempre sulle possibili occasioni per il centrocampo. Ad oggi però, la squadra è quella che è, e questi uomini dovranno portare Pep alla conquista di un piazzamento diretto alla fase a gironi della prossima Champions League, obiettivo minimo della stagione ormai agli sgoccioli.

Guardiola, i video e la noia

In controtendenza col pensiero dei compagni, Zabaleta ritiene tutt'altro che noiose le metodologie di Guardiola. Come chiarito nel corso di un intervento a TalkSport, le temutissime sedute video non durerebbero più di una ventina di minuti, rendendo di fatto ancor più sterili le lamentele degli scontenti dell'Etihad Campus, centro sportivo del City.

Analizziamo davvero un sacco di video, il che è davvero piacevole per tutti quei giocatori che amano il calcio e godono nel vederlo. Di contro però, capisco come possa essere a tratti noioso, specie per alcuni ragazzi, guardare continuamente questi filmati ogni giorno. Non che si tratti comunque di stare una o due ore davanti ad uno schermo, saranno al massimo una ventina di minuti! Pep ama darci quante più nozioni possibili, per permetterci di approcciare al meglio le partite.

Amore non corrisposto

Parole al miele quelle di Zabaleta nei confronti di Guardiola, che non vanificheranno però l'addio dell'argentino. Dopo quasi un decennio infatti, è ormai scontato che le strade del trentaduenne di Buenos Aires e quelle del City si dividano: il ciclo che ha portato l'ex Espanyol a divenire uno dei terzini più importanti di tutta la Premier League è ampiamente giunto al termine, con la Serie A che strizza l'occhio al giocatore in vista del prossimo luglio, mese in cui - salvo clamorose sorprese dell'ultimo minuto - l'esperto Pablo sarà uno degli svincolati di lusso del calciomercato estivo.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.