Lipsia, che succede? Quattro sconfitte nelle ultime sette: è crisi

Improvvisamente la qualificazione alla Champions League non è più tanto sicura: i problemi e la crisi della squadra controllata dalla RB riassunti in quattro punti.

Il Lipsia ha perso quattro delle ultime sette partite di Bundesliga. La crisi è preoccupante

572 condivisioni 0 commenti 5 stelle

di

Share

Crisi. Parola con accezione del tutto negativa. Forse non abbastanza. Almeno non per quella che è la situazione del Lipsia. I biancorossi, che fra novembre e dicembre sono stati perfino in testa alla Bundesliga, hanno perso ben 4 delle ultime 7 giornate di campionato, raccogliendo appena 7 punti totali. La crisi è evidente, non più negabile.

La qualificazione alla Champions League, che prima sembrava scontata, ora è a serio rischio. Il Borussia Dortmund, secondo in classifica, è a soli 3 punti, l’Hoffenheim a 4. Ma loro corrono. L’inerzia è dalla loro parte. La squadra di Julian Nagelsmann ha conquistato 11 punti nelle ultime 5 giornate, quella di Tuchel 12. Il Lipsia appena 7.

Vista anche l’età media particolarmente bassa del Lipsia, la squadra più giovane della Bundesliga, potrebbe avere le gambe tremolanti. Ma la crisi della RB è dovuta a vari fattori che la rendono particolarmente complessa.

Lipsia, che succede?

Il primo dei problemi del Lipsia è la panchina. O meglio: i gol della panchina. Nel girone d’andata, dopo 8 turni, erano già 5 le reti segnate dai giocatori entrati a partita in corso. Nel girone di ritorno siamo a quota 0.  Non solo però: perché nelle prime 17 giornate di campionato il Lipsia ha mantenuto inviolata la propria porta in 6 occasioni, nel girone di ritorno, dopo 8 partite, ha sempre subito almeno un gol. Manca la sicurezza, manca la solidità di inizio stagione.

Giocatori del Lipsia a testa bassa
L'amarezza dei giocatori del Lipsia

Altro problema sono le rimonte. In tutto il campionato il Lipsia ha vinto solo due gare dopo essere andato sotto: la prima contro il Bayer Leverkusen il 18 novembre, la seconda contro l’Hoffenheim il 28 gennaio. Entrambe prima della crisi, ed entrambe abbastanza casuali: il Bayer fallì i rigore del possibile 3-1 in proprio favore, l’Hoffenheim si ritrovò in 10. Attenzione poi alla condizione atletica. Nel girone d’andata era la squadra che correva di più, ora atleticamente viene messo sotto da tutti. Crisi. Parola con accezione del tutto negativa. Forse non abbastanza per questo Lipsia.

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.