Liga, poker del Barcellona al Valencia: 4-2. Messi risolve problemi

Il Barça batte il Valencia e torna a -2 dal Real Madrid: segnano Suarez, Messi (doppietta) e Andre Gomes. Per il Valencia in gol Mangala (poi espulso) e Munir.

1k condivisioni 0 commenti 4 stelle

di

Share

Partidazo al Camp Nou tra Barcellona e Valencia. Il posticipo della 28esima di Liga è stato un turbinio di emozioni e spettacolo capace di far sobbalzare più volte gli spettatori allo stadio e a casa. Alla fine ha vinto il Barça, che rimane a -2 dal Real Madrid (i blancos però hanno una partita da recuperare contro il Celta Vigo) e ritrova la vittoria dopo la caduta con il Deportivo nell'ultimo turno. Al vantaggio di Mangala nel primo tempo rispondono Luis Suarez e Messi su rigore, prima del 2-2 di Munir. A decidere il match ci pensa il solito numero 10 a inizio ripresa, mentre nel finale André Gomes chiude i conti segnando il suo primo gol blaugrana proprio contro la sua ex squadra.  

La cronaca di Barcellona v Valencia

Inizio spettacolare, ritmi subito altissimi. Dopo un quarto d'ora arriva la prima grande palla gol del match per il Barcellona, Suarez dalla sinistra sterza facendo secco Garay, serve Messi che però strozza il tiro. Dall'altra parte è Soler a mettere i brividi alla difesa del Barça, calciando al volo con il destro e impensierendo Ter Stegen. Al 27' ancora Valencia vicino al gol con l'ex Munir, lanciato in campo aperto ma fermato dall'uscita coraggiosissima del portiere tedesco. Sul calcio d'angolo successivo gli ospiti passano per davvero. Su cross di Parejo è Mangala a svettare più in alto di tutti portando avanti i suoi.

Dura poco il vantaggio della squadra di Voro, al 35' Suarez viene lanciato da Neymar direttamente da rimessa laterale sorprendendo la retroguardia avversaria e bucando l'uscita di Diego Alves: per il Pistolero è il 21esimo gol in campionato. Quando mancano 2 minuti al termine del primo tempo la gara subisce una svolta: Mangala si perde Suarez, lo affonda in area causando calcio di rigore e facendosi espellere. Dal dischetto si presenta Messi che, contro il miglior para rigori della storia della Liga che già all'andata lo aveva stuzzicato, tira centrale segnando il 2-1. Neanche il tempo di esultare che a tempo praticamente scaduto Munir viene servito in area da Gaya e con il mancino batte Ter Stegen. Il classe '95 non esulta per rispetto della squadra che ne detiene ancora il cartellino e chiede scusa ai tifosi blaugrana (per la seconda volta dopo il gol dell'andata). 

La ripresa

Neanche a dirlo, il secondo tempo inizia con il Barcellona spinto in avanti alla ricerca del nuovo vantaggio. A sfiorare per primo il gol è Neymar, servito in profondità da Messi e fermato da un intervento stratosferico di Diego Alves con i piedi. Un minuto dopo arriva il 3-2 per la squadra di Luis Enrique con la doppietta di Messi, bravo a risolvere una situazione confusa in area scagliando in porta il pallone con un destro potentissimo. Nonostante il risultato, i ritmi della gara rimangono elevatissimi e questo giova chiaramente allo spettacolo. A 20' dalla fine la Pulce cerca la tripletta ma Diego Alves è super a dirgli di no, mentre Suarez sulla ribattuta manda a lato. Poco dopo è Neymar a sfiorare il 4-2 con una punizione fotocopia a quella segnata contro il PSG nella celebre sfida di Champions, ma questa volta il brasiliano prende l'incrocio dei pali. Il definitivo 4-2 è un altro gol dell'ex e porta la firma del portoghese André Gomes, servito magnificamente da Neymar.

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.