Shepherd: "Owen? È stato il peggior acquisto che potessi fare"

L'ex dirigente del Newcastle non ha dubbi nell'individuare l'ex Liverpool come la sua peggiore operazione: "Non funzionò nulla, soldi spesi troppo superficialmente".

Michael Owen con la maglia del Newcastle United

466 condivisioni 0 commenti

di

Share

Michael Owen ha sempre diviso l'opinione pubblica. Da una parte c'è chi sostiene sia stato un giocatore molto sopravvalutato, dall'altra chi lo considera un talento puro frenato solo dagli infortuni. A prescindere dalle varie opinioni, l'attaccante inglese ha chiuso la sua carriera con un curriculum di tutto rispetto, indossando maglie importanti come quelle di Liverpool, Real Madrid, Newcastle e Manchester United, club con i quali è riuscito a vincere una FA Cup, 3 Coppe di Lega inglesi, 3 Charity/Community Shield, una Premier League, una Coppa Uefa e una Supercoppa Europea.

Dal Real al Newcastle

Non solo, anche a livello individuale Owen si è tolto lo sfizio di ricevere il Pallone d'Oro del 2001, ad appena 21 anni e già con oltre 90 gol realizzati nei Reds. Numeri confermati (e migliorati) nelle stagioni successive e che tre anni più tardi lo hanno fatto individuare al Real Madrid come nuovo potenziale elemento dei "Galacticos". L'attaccante arriva nella capitale spagnola nell'estate del 2004 per 12 milioni di euro, con la maglia delle Merengues gioca 45 partite e segna 16 gol, ma a fine stagione torna subito in Inghilterra, perché il Newcastle mette sul piatto ben 25 milioni pur di riportare in Premier League il nazionale inglese.

La parabola discendente

È l'inizio del suo declino, perché due gravi infortuni e un evidente calo di rendimento non lo fanno più rendere come un tempo, facendogli collezionare appena 79 presenze in 4 stagioni a St James' Park. Ecco perché, proprio ripensando a quella operazione, l'allora dirigente dei Magpies, Freddy Shepherd, parla in questi termini dell'acquisto di Owen:

È stata la mia peggiore operazione. Non funzionò nulla. Per quel trasferimento abbiamo speso soldi in modo molto superficiale. La migliore invece è stata portare Alan Shearer dal Blackburn nel 1996.

Dopo quattro stagioni al Newcastle, poi Michael Owen passò al Manchester United. Nei tre anni con i Red Devils il rendimento seguì lo stesso trend negativo, che lo ha portato a rimanere senza squadra, prima di accordarsi da svincolato con lo Stoke City, club con il quale ha chiuso l'attività agonistica nella stagione 2012/2013.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.