Lazio-Roma, verso il derby di Coppa Italia: tutto quello che c'è da sapere

A poche ore dalla semifinale di andata ecco statistiche, precedenti e probabili formazioni. Inzaghi: "Roma favorita, ma non siamo qui per caso". Spalletti: "Il derby vale triplo".

Simone Inzaghi e Luciano Spalletti

44 condivisioni 0 commenti

di

Share

Manca poco alla semifinale d'andata tra Lazio e Roma. Un derby di Coppa Italia che nella Capitale manca da quasi 4 anni. Da quel famoso 26 maggio 2013 che vide trionfare la squadra allenata da Petkovic. Da quel giorno sono cambiate tante cose, a cominciare proprio dai tecnici. È il secondo faccia a faccia tra Inzaghi e Spalletti dopo il 2-0 giallorosso dello scorso dicembre. Le statistiche negli scontri diretti sorridono alla Roma, anche se prendendo in esame le sfide nella competizione nazionale, il gap si assottiglia.

I precedenti

Complessivamente sono 19 i derby di Coppa Italia tra Lazio e Roma, con la bilancia che pende dalla parte dei giallorossi (9 a 6, mentre 3 sono i pareggi). Anche per quanto riguarda i gol realizzati, la squadra di Spalletti è avanti: 20 contro 17. Il primo incontro è datato 1936: vinsero i biancocelesti 2-1 grazie ai gol di Piola e Camolese. L'ultimo confronto - come detto - è del 26 maggio 2013, decisiva in quel caso la zampata di Lulic al 71'.

Per due volte negli ultimi 20 anni, le due squadre si sono affrontate nella doppia sfida. La prima nella stagione 1997/1998, con la formazione di Eriksson che fece doppietta (4-1 e 2-1), arrivando fino alla vittoria della competizione. Risposta giallorossa nella semifinale del 2002/2003 (2-1 e 1-0), sconfitti in finale dal Milan. L’ultimo successo della Roma in un derby di Coppa Italia risale agli ottavi del 2010/11: botta e risposta su rigore di Borriello ed Hernanes, prima del gol vittoria Simplicio.

Le barriere

Venerdì scorso all'interno dello Stadio Olimpico sono iniziati i lavori per l'abbassamento delle barriere approvati dalla Questura di Roma dopo un lungo tira e molla. Già all’indomani del match di Europa League della Roma contro il Villarreal, gli operai hanno provveduto alla parziale rimozione dei divisori. Le curve saranno pronte per ospitare il derby d'andata in programma mercoledì 1 marzo alle ore 20.45. Dopo quattro anni di astinenza, la stracittadina tornerà a giocarsi di sera.

Qui Lazio

Alla vigilia del match di Coppa Italia, i due allenatori sono intervenuti in conferenza stampa per rispondere alle domande dei cronisti. Partendo da Inzaghi, che ha dimostrato grande rispetto per l'avversario:

Sappiamo cosa andremo ad affrontare, ho tantissimo rispetto per la Roma e per Spalletti, per il grande gioco e le partite che stanno disputando. Ma domani ho grandissima fiducia nel mio gruppo, che è forte e compatto. Non siamo in semifinale o a 50 punti in campionato per caso. Ho un gruppo veramente unito.

Non sarà facile approcciare bene alla partita e bisognerà tenere in considerazione che si giocherà su andata e ritorno:

Dovremo cercare di fare la nostra partita sapendo che a differenza degli altri turni, affrontati contro Genoa e Inter, bisognerà ragionare in 180 minuti. Dovremo essere concentrati, tra un mese ci sarà la partita di ritorno. La partita d'andata ci ha insegnato che nel derby si paga al minimo errore. Ma ce la possiamo giocare alla pari.

Qui Roma

Sempre molto carico Spalletti, anche 24 ore di distanza da una partita che può valere una stagione intera. Un tema centrale della conferenza è stato la differenza tra le due squadre:

Il derby avvicina molto le squadra impegnate, perché è una gara particolare. Tra la Roma e la Lazio c'è meno differenza che tra la Juventus e il Torino, sarà una partita equilibrata. Spesso si è visto che il fattore emotivo conta molto: la paura e il timore possono condizionare ma dobbiamo avere coraggio"

Il tecnico giallorosso ha parlato anche dell'importanza che assume questo tipo di partita e, così come Inzaghi, ha elogiato le qualità dell'avversario:

La Lazio era stata costruita per avere il successo che sta avendo ed è stata costruita bene. L'unico dubbio era l'allenatore ma ha dimostrato di non essere il rincalzo di nessuno, di essere un tecnico che possa ambire ad allenare squadre di queste livello. È un derby dal valore triplicato, perchè permette di accedere in finale da giocare qui a Roma. Ha un'importanza raddoppiata rispetto al solito.

Probabili formazioni

Weekend vittorioso per entrambe le formazioni, che però arrivano all'appuntamento con il derby in modo totalmente diverso. Nelle ultime uscite la Lazio è sembrata in difficoltà dal punto di vista della condiziona fisica: scarica, affaticata dai tenti impegni e dal poco turnover. E, come se non bastasse, tra infortuni e squalifiche mancheranno quattro titolari: difficilmente Marchetti recupererà in tempo dal problema al ginocchio, mentre Patric, Radu e Lulic sono squalificati. Inzaghi dovrebbe schierare la difesa a 3.

Per quanto riguarda la squadra di Spalletti, il momento è positivo sotto tutti i punti di vista: dal passaggio del turno in Europa League alla vittoria di San Siro contro l'Inter. Senza dimenticare la vicenda stadio di proprietà. In merito alla formazione anti-Lazio, il tecnico giallorosso dovrebbe andare avanti con il collaudato 3-4-2-1. Importante il ritorno di Emerson Palmieri sulla fascia sinistra, con Nainggolan e Salah alle spalle di Dzeko.

LAZIO (3-5-1-1) - Strakosha; Bastos, de Vrij, Wallace; Basta, Parolo, Biglia, Milinkovic, Lukaku; Felipe Anderson; Immobile. AllInzaghi.

ROMA (3-4-2-1)Szczesny; Manolas, FazioRudiger; Peres, De Rossi, Strootman, Emerson; Salah, Nainggolan; Dzeko. AllSpalletti.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.