De la Hoya: "Mayweather contro McGregor? Sarebbe imbarazzante"

Il dieci volte campione del mondo sul potenziale incontro di boxe tra l'ex pugile e il campione UFC: "Non mi aspetto questa sfida entro un milione di anni".

166 condivisioni 0 commenti

di

Share

Non si può certo dire che Óscar de la Hoya sia uno dei principali promotori del potenziale incontro di boxe tra l'ex pugile Floyd Mayweather e il campione UFC Conor McGregor. Il boxeur statunitense, unico nella storia capace di vincere sei titoli in sei categorie di peso diverse, ha espresso il suo giudizio sulla possibilità di vedere sul ring il suo ex rivale, nonché figlio di colui che per sei anni lo ha allenato, per affrontare un atleta proveniente dalle arti marziali miste. Così ha mostrato tutto il suo scetticismo in un'intervista a Omnisport:

La boxe è la boxe, la MMA è la MMA, due sport differenti. Sarebbe imbarazzante per la boxe se un atleta della MMA entrasse in un ring: non ci sarebbe match. E lo stesso discorso vale per un pugile nell'ottagono, sarebbe imbarazzante per la MMA. Questi sono due sport differenti, McGregor e Mayweather sono i migliori, ma nei rispettivi sport. Non credo che questa sfida possa davvero concretizzarsi, neanche in un milione di anni.

Differenze

Secondo il 10 volte campione, le due discipline sono troppo diverse per poter dare vita realmente a un incontro e The Notorious, nonostante i suoi proclami, sarebbe praticamente spacciato:

Non sarebbe solo pericoloso per la sua sicurezza: se McGregor salisse davvero sul ring verrebbe facilmente surclassato. Non ha mai combattuto con un pugile in vita sua, è uno sport completamente diverso. Quando non puoi dare calci, quando non puoi lavorare in clinch o con prese di sottomissione, quando non puoi soffocare e devi cavartela solo dando pungi, è tutta un'altra cosa.

Esperienza

E se proprio l'atleta irlandese volesse proseguire in questa sua battaglia personale per avere l'incontro, allora dovrebbe almeno crearsi prima un bagaglio d'esperienza tale da non esporsi a figuracce:

Ciò che Conor dovrebbe realisticamente fare se volesse prendere sul serio questo incontro, è cominciare a combattere a livello amatoriale, vincere un po' di combattimenti e arrivare fino al Golden Gloves. A quel punto dovrebbe continuare farsi esperienza nel professionismo. A me sono serviti 20 anni per vincere 10 titoli mondiali, in sei differenti categorie di peso. McGregor non può pretendere di arrivare e sfidare uno dei più forti di sempre solo perché lui è il migliore della MMA.

Il ragionamento non fa una piega, ma è pur vero che di incontri misti tra differenti discipline ce ne sono già stati molti nel corso della storia. E quello tra Floyd Mayweather e Conor McGregor diventerebbe certamente uno dei più gustosi. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.