Messi tiene vivo il Barcellona e la Liga, Atletico Madrid battuto 2-1

Blaugrana momentaneamente in testa alla Liga grazie al guizzo dell'argentino a pochi minuti dalla fine. L'Atletico adesso deve pensare a difendere il quarto posto.

2k condivisioni 0 commenti

di

Share

Il Barcellona espugna il Vicente Calderón grazie a un guizzo di Messi a quattro minuti dal 90' e tiene viva la Liga. Atletico Madrid battuto in casa 2-1 nonostante avesse reagito subito al vantaggio ospite di Rafinha e infiammato i suoi tifosi dopo l'1-1 di Godín. Il "Cholo" Simeone deve ridimensionare le sue ambizioni, guardarsi le spalle e cercare di mantenere il quarto posto. 

Primo tempo

Ritmi alti al Vicente Calderón e prima occasione al 16' con un tiro di destro da fuori area di Gabi parato sotto la traversa. Ci prova anche Griezmann al 26' ben servito da Carrasco ma il suo destro viene parato. Col passare dei minuti viene fuori il Barcellona. Al 29' prima Messi e poi Suárez trovano la porta senza impensierire troppo il portiere dell'Atletico. Al 37' una punizione di Messi viene deviata con le dita in angolo da Oblak. Il portiere sloveno è ancora più bravo al 43' nel bloccare a terra, quasi sulla linea, un colpo di testa ben assestato di Piqué. Non concede recupero l'arbitro Mateu Lahoz e così Atletico Madrid e Barcellona vanno al riposo sul punteggio di 0-0. 

Secondo tempo

Stessi uomini del primo tempo in campo per una ripresa che si annuncia scoppiettante. Si accende subito Messi che lancia Suárez, l'uruguaiano entra in area ma apre troppo col piatto e calcia fuori un pallone d'oro servitogli dall'argentino. L'Atletico risponde al 52' con Griezmann che arriva in area e calcia di sinistro trovando la parata di Ter Stegen. Al 55' Godín di testa, dopo il cross di Vrsaljko, non può schiacciare il pallone che termina alto sulla traversa. Al 64' Barcellona in vantaggio. Rafinha è il più lesto a intervenire sul pallone vagante nel cuore dell'area dell'Atletico e con un destro in diagonale porta in vantaggio i suoi. Simeone prova a correre ai ripari e al 68' inserisce Fernando Torres al posto di Carrasco. Il pareggio arriva ma è merito di un difensore, Godín. Al 70' Koke calcia una punizione verso la porta e sulla traiettoria Godín ci mette la testa e segna l'1-1 che fa esplodere il Vicente Calderón. Quando il match sembra indirizzato verso il pareggio, ci pensa Leo Messi a portare avanti i suoi: all'86' con un guizzo dopo un primo tentativo, ci mette il sinistro e segna l'1-2 definitivo per il Barcellona.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.