Siviglia, un Gran Derbi di rimonta: 2-1 in casa del Betis

La squadra di Sampaoli vince il derby in casa dei Beticos, dopo essere andata sotto nel primo tempo: agganciato momentaneamente al primo posto il Real Madrid.

683 condivisioni 0 commenti

di

Share

Ci aveva sperato, il Betis, la vittoria nel Gran Derbi sembrava potesse concretizzarsi dopo anni di digiuno. Al Benito Villamarín è invece il Siviglia a trionfare nella stracittadina andalusa: il 2-1 per gli uomini di Jorge Sampaoli arriva in rimonta nella ripresa, dopo il vantaggio dei padroni di casa nel primo tempo con Riza Durmisi. Il pareggio porta la firma di Gabriel Mercado, già decisivo nel derby d'andata. Il gol della vittoria è invece opera di capitan Vicente Iborra, entrato in campo nella seconda frazione come mossa vincente del tecnico argentino. Una vittoria pesantissima, quella dei rojiblancos: Nervionenses agganciano il Real Madrid in testa alla Liga a quota 52 punti, in attesa che i blancos (già con una gara da recuperare) scendano in campo domani a Villarreal. I Beticos prolungano invece il sortilegio che non li vede vincere in un derby di campionato dal 2011/12, addirittura dal 2006 in casa.

A tutto Betis

La voglia dei Verderones di mettere fine al digiuno stracittadino è enorme, gli uomini di Victor Sanchez del Amo entrano in campo con una grinta che mette alle corde il Siviglia. I nervionenses sono travolti dall'arrembaggio dei rivali, le sole 66 ore di riposo dopo l'impegno in Champions League si fanno sentire eccome. I padroni di casa sono guidati da un Ruben Castro indiavolato, ma la prima occasione del match è di Sanabria: colpo di testa alto da posizione ravvicinata.

Le occasioni per il Betis si moltiplicano, di fronte alla strenua resistenza rojiblanca: Petros per poco non insacca con un rimpallo fortunoso al 21', preludio alla traversa centrata di testa da Mandi neanche cinque minuti dopo. Il difensore algerino ci riprova poco più tardi, scaldando i guanti di Sergio Rico con una conclusione troppo centrale. Sampaoli prova a scuotere dalla panchina i suoi, ma è il Betis a capitalizzare il meritato vantaggio al 36': la traiettoria su punizione disegnata dal sinistro di Durmisi perfora la barriera e s'insacca all'angolino destro. Non c'era partita migliore per il terzino danese classe '94 per realizzare il suo primo gol nella Liga.

L'uno-due del ko

L'intervallo ha invece il potere di rigenerare un Siviglia troppo imbambolato per essere quello plasmato da Sampaoli. Il tecnico argentino sbraita, sgrida i suoi quando Piccini impensierisce Sergio Rico nei primi dieci minuti. Ma esulta, eccome se esulta al gol del pareggio. A farlo scatenare, al 56', è Mercado: il terzino argentino, già uomo-derby all'andata, corregge in porta il colpo di testa - su punizione di Nasri - del neo entrato Iborra, che Adnan aveva respinto miracolosamente ma inutilmente.

Da lì in avanti sarà sempre più un dominio del Siviglia, fino all'apoteosi del minuto 76: stavolta capitan Iborra decide di metterci la firma in prima persona, deviando sotto porta il colpo di testa di N'Zonzi (in posizione di fuorigioco sulla punizione del solito Nasri). Il Betis prova a ripresentarsi nella metà campo avversaria per evitare l'ennesimo insuccesso nel confronto cittadino. Ma al fischio finale il Villamarín deve assistere all'esultanza del Siviglia capolista - almeno per un giorno - del campionato.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.