Liga, Eibar-Malaga 3-0: i baschi si avvicinano alla zona Europa League

Tre gol e tre punti, la squadra di Mendilibar continua a sognare un piazzamento europeo per il prossimo anno: allo stadio Ipurúa decidono la doppietta di Adrian e il gol di Enrich.

198 condivisioni 0 commenti

di

Share

Ma quale carnevale. A Eibar si festeggia per la dodicesima vittoria stagionale dei ragazzi di Mendilibar. Gli armeros hanno avuto la meglio anche sul Malaga, merito della doppietta di Adrian e del gol di Enrich. Con questo successo, il sesto posto del Villarreal dista solo un punto. E il Submarino Amarillo se la dovrà vedere con un Real Madrid ferito. Il sogno europeo dei baschi continua, mentre i boquerones sono destinati all'ennesima annata anonima.

Primo tempo

All'Estadio Municipal de Ipurúa c'è profumo d'Europa nell'aria. E l'Eibar non vuole lasciarsi sfuggire la chance di conquistare altri tre punti in casa. Sin dai primi minuti la squadra di Mendilibar prova a penetrare sulle corsie esterne, grazie ai terzini molto propositivi: Capa da una parte e Arbilla dall'altra sfornano cross senza soluzione di continuità.

La prima occasione (potenziale) da gol però è per il Malaga: con Jony che parte sul filo del fuorigioco, ma è proprio Capa a rimontare il numero 21 e sventare il pericolo. Per il primo sussulto bisogna aspettare il 40esimo: Santos da posizione defilata calcia in porta, solo esterno della rete.

Guai svegliare l'Eibar che dorme. Azione perfetta degli armeros, con Enrich che tradisce il numero 9 sulle spalle e in modo altruista serve ad Adrian il pallone del vantaggio. A due minuti dalla fine i padroni di casa sbloccano il risultato nel miglior momento del Malaga.

Secondo tempo

La ripresa si apre nel migliore dei modi per i ragazzi di Mendilibar, che nei primi cinque minuti si procurano e trasformano un calcio di rigore. Il fallo è di Juankar su Pedro Leon, mentre la trasformazione dagli 11 metri porta ancora la firma di Adrian.

Neanche il tempo di riprendere le posizione che l'Eibar passa per la terza volta. Stavolta è Enrich a metterla dentro. All'ennesima sgroppata di Arbilla sulla fascia, arriva il cross buono per il 3-0. Tutto troppo facile per i padroni di casa.

Romero corre ai ripari quando ormai è troppo tardi: fuori Keko e Duda, al loro posto Charles e Ontiverso. Ma il copione non cambia, anzi. L'Eibar sfiora il poker. Solo il palo impedisce a Inui di bucare per la quarta volta la porta difesa da Kameni.

E come se non bastasse, gli ospiti rimangono in inferiorità numerica per l'espulsione di Rosales. Due entrate dure in meno di 10 minuti per Rosales: Estrada Fernández non lo perdona e il venezuelano è costretto a imboccare il tunnel degli spogliatoi. L'Eibar si limita ad amministrare l'ultimo quarto d'ora di partita, l'obiettivo tre punti è stato raggiunto in pieno.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.