Eurolega - Il miglior quintetto del 23esimo turno

De Colo (CSKA) e Llull (Real) dirigono la squadra, Bogdanovic (Fener) e Jankunas (Zalgiris) tra gli esterni e Tomic (Barça) sotto canestro. In panchina pronto Lekavicius (Zalgiris).

18 condivisioni 0 commenti 5 stelle

di

Share

Rispetto ai turni precedenti, questa settimana le partite di Eurolega hanno regalato maggiore imprevedibilità e qualche grande team ha faticato più del previsto per portare a casa la vittoria. Ci riferiamo più precisamente a squadre come il Fenerbahce o il Panathinaikos che hanno sofferto nonostante sfide decisamente “agevoli”. Non sono mancati però protagonisti, nuovi e meno nuovi, in questo ventitreesimo turno. Andiamo quindi a vedere il miglior quintetto di quest’ultima giornata.

Quintetto

Nando De Colo, autore di 29 punti contro il Maccabi

Nando De Colo (CSKA Mosca) – Miglior prestazione stagionale per il playmaker francese del CSKA Mosca, che guida i suoi nella vittoria sul Maccabi Tel Aviv. De Colo mette a segno 29 punti, con un 9/15 complessivo al tiro, a cui aggiunge anche 3 assist, un rimbalzo e una palla recuperata. Il francese, poi, quando non riesce a trovare la via del canestro, riesce a portare a casa una fallo (saranno 8 i falli subiti a fine partita). Dalla linea del tiro libero mostra tutta la sua freddezza, chiudendo con un 9/9.

Sergio Llull (Real Madrid) – Galvanizzato dalla Copa del Rey e dal titolo di MVP, il capitano del Real torna a fare il fenomeno anche in Eurolega. Nel solo primo periodo, lo spagnolo, mette a segno ben 19 punti, contro i 14 di tutto il Darussafaka. A fine partita, poi, infila una bomba pazzesca da metà campo che chiude la partita sul 101-83. Llull chiude con 26 punti, con un clamoroso 9/12 complessivo al tiro (6/8 da 3 punti), oltre ai soliti 8 assist.

Bogdanovic, trascinatore del Fenerbahce contro l'Olympiacos

Bogdan Bogdanovic (Fenerbahce) – Il giocatore serbo trascina il Fenerbahce alla vittoria su un Olympiacos decimato e gravato dell'assenza del suo leader Spanoulis. Bogdanovic mette a referto 27 punti (career high in Eurolega per lui) con un 8/13 dal campo. Il meglio di sè lo dà nell'ultimo periodo, quando infila ben 10 punti e riesce a respingere il tentativo di rientro dei greci. Senza dubbio la sua miglior partita stagionale.

Jankunas saluta i tifosi lituani a fine partita

Paulius Jankunas (Zalgiris Kaunas) – Ennesima grande prestazione di un giocatore, fin qui, forse fin troppo sottovalutato. Insieme al sesto uomo Lekavicius, Jankunas è il leader di uno Zalgiris capace di espugnare il campo del Bamberg e rimanere in corsa per i playoff di Eurolega. Il giocatore lituano infila 24 punti (7/11 al tiro complessivo e 4/6 da 3 punti), cattura 6 rimbalzi, serve 2 assist e subisce 7 falli. Il tutto per un 32 di valutazione finale.

Sontuosa partita di Tomic contro Milano

Ante Tomic (Barcellona) – Doppia doppia sfiorata per il centro croato del Barcellona che, al Forum contro Milano, mette a segno 19 punti e cattura 9 rimbalzi. Tomic tiene in vita il Barça nel primo tempo, quando i padroni di casa sembrano aver la partita in mano. Nel solo primo tempo, infatti, i punti del lungo blaugrana sono 15, a cui vanno aggiunti anche 6 rimbalzi. Nel secondo tempo, poi, lascia che siano Koponen e Vezenkov a trascinare il Barcellona.

Sesto uomo

Lakavicius ha segnato 29 punti partendo dalla panchina

Lukas Lekavicius (Zalgiris Kaunas) – Partita a dir poco clamorosa di Lekavicius che, pur partendo dalla panchina, mette a segno 29 punti in soli 21 minuti di gioco. Il 22enne lituano sbaglia un solo tiro e chiude con un 6/7 da 2 e un pazzesco 5/5 da 3 punti, riscrivendo il suo career high di punti (29) e di valutazione (32). Sono proprio i suoi tiri, insieme a quelli di Jankunas, a spezzare le gambe ai tedeschi del Bamberg e a regalare la vittoria allo Zalgiris.

Coach

Dejan Radonjic, coach della Stella Rossa

Dejan Radonjic (Stella Rossa) – La favola continua. Dopo le sconfitte con Efes e CSKA, la Stella Rossa torna alla vittoria trovando punti punti importanti per rimanere in zona playoff. Sicuramente l'avversario di questo turno (Galatasaray) era meno ostico di tanti altri, ma la vittoria non era così scontata. Coach Radonjic orchestra molto bene i suoi, mostrando grande basket. Alla fine saranno ben 5 i giocatori in doppia cifra per la squadra serba. L'allenatore della Stella Rossa è sicuramente l'artefice di questo piccolo miracolo di Eurolega.

Share

Vota

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.