UFC, Georges St-Pierre: "Il GSP di oggi batterebbe quello passato"

Georges St-Pierre chiarisce quali motivazioni lo abbiano spinto a tornare. Tanta fiducia nei propri mezzi da parte del canadese, che si dice pronto a re-imporsi.

GSP walkout Copyright: Esther Lin for MMA Fighting

143 condivisioni 0 commenti

di

Share

"He's back". Georges St-Pierre è ormai nuovamente a tutti gli effetti un membro del roster UFC. La divisione? Quella ancora non ci è data saperla, anzi: Dana White ha gettato più di un'ombra sulla questione, dondolando su una forbice che va dai pesi leggeri ai medi, con i welter in mezzo.

Intanto però GSP continua ad allenarsi, forse con più intensità di prima, o forse no. D'altronde, il campione non aveva mai interrotto i pesantissimi carichi di lavoro a cui si era sempre sottoposto, sia prima che dopo il ritiro.

Conseguentemente, l'hype è già salito alle stelle, per quello che sarà a tutti gli effetti il rientro più atteso di tutta la storia delle MMA. Intanto però, attraverso un video pubblicato sulla pagina Instagram del suo sponsor (Hayabusa), St-Pierre ha chiarito quali siano state le motivazioni che lo hanno portato a ritrattare la sua decisione, decidendo di rimettersi in gioco sulla soglia dei 36 anni - che compirà il prossimo 19 di maggio -.

Penso che sia giunto per me il momento di tornare. Ho 35 anni, ed ho appena finito un training camp studiato per testare la mia forma e constatare la mia competitività a livello mondiale. Risultato? Sono nella migliore forma della mia vita, mi sento come mai stato prima. Credo che il GSP di oggi batterebbe il GSP del passato, che fu il migliore di tutti i tempi. Non vedo l'ora di rientrare, mostrando così a tutti (me compreso) le mie doti, testandole e vedendo come andrà a finire.

Se tali affermazioni saranno veritiere o meno non sappiamo dirvelo, né noi né nessun altro. Il responso assoluto ed inappellabile lo darà l'ottagono, nello specifico quello più famoso al mondo. E voi, siete pronti ad assistere al ritorno di uno dei GOAT delle arti marziali miste?

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.