UFC, Cruz: "Garbrandt, non è ancora finita. Presto per rottamarmi"

La caduta è stata rovinosa, ma non fatale. Dominick Cruz vuol vendicare la sconfitta contro Cody Garbrandt, riportando così a casa la sua cintura. Ce la farà?

Cody Garbrandt gestisce Dominick Cruz

99 condivisioni 0 commenti

di

Share

Guai a dare per spacciato Dominick Cruz. Certo, la cocente sconfitta arrivata per mano di Cody Garbrandt a UFC 207 è ancora sotto gli occhi di tutti, tuttavia ci sembra al quanto eccessivo parlare di un Cruz finito, come incautamente fatto da alcuni addetti ai lavori.

D'altronde, ad oggi Cruz resta comunque il miglior peso gallo di tutti i tempi, nonostante la recente caduta. Il forte carisma dell'ex campione non è rimasto in alcun modo intaccato dalla disfatta di Las Vegas, anzi! Nel corso di una recente intervista rilasciata ai microfoni di FloCombat, Dominick Cruz ha chiaramente sottolineato come la questione con Garbrandt sia tutt'altro che chiusa. Forte infatti è da parte del trentunenne di origini messicane la voglia di riportare a casa quella cintura UFC che per tantissimi anni è rimasta legata alla propria vita.

Penso che l'esser stato a contatto con così tanti atleti che ho sconfitto gli abbia aperto la mente. Cody ha preso la cosa molto sul serio, pensando: "Quel tizio ha battuto tanti miei compagni di team, quindi dovrò studiare un buon gameplan e lavorare sul mio stile, per far sì che possa sconfiggere colui che sta in cima alla divisione". Garbrandt ha approcciato il match con diversi correttivi sul suo modo di combattere, e quella notte è riuscito a farmela. Tuttavia, io non sono ancora un atleta finito.

Ho dimostrato di essere competitivo anche in quella lotta, vincendo il quinto round dopo aver perso terzo e quarto. Sono già emozionato al solo pensiero di combattere nuovamente per la cintura, che sia contro Garbrandt o Dillashaw, qualora quest'ultimo battesse il primo. Non sono ancora da rottamare, e non vedo l'ora di dimostrarlo!

Tanta voglia di rivalsa da parte di Dominick Cruz, che nonostante l'età ancora relativamente giovane – 31 anni – parla già da gran veterano dell'ottagono. Certo, riportare a casa la cintura delle 135 libbre non sarà impresa facile, ma chi se non una vecchia volpe dal grandissimo talento come Cruz è il più indicato per farlo?

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.