Quando Maradona fu a un passo dal Tottenham

L'ex giocatore del club londinese rivela un aneddoto risalente alla stagione 1993-1994, quando l'allora manager Ardiles stava per portare Diego in Inghilterra.

Diego Maradona, per una partita ha indossato la maglia del Tottenham

426 condivisioni 0 commenti

di

Share

Da Lionel Messi scartato dal Como, a Cristiano Ronaldo a un passo dal trasferirsi alla Juve prima di finire poi al Manchester United, passando per il potenziale accordo tra Chievo e l'allora giovanissimo Didier Drogba. Di sliding doors nel mondo del calcio se ne possono trovare a milioni, affari che se si fossero concretizzati avrebbero modificato carriere calcistiche e storie dei club coinvoltiLa rivelazione che arriva da Teddy Sheringham, ex centravanti tra le altre di Manchester United, West Ham e Tottenham, ne aggiunge uno molto affascinante, fino a questo momento rimasto ben nascosto, che riguarda un certo Diego Armando Maradona. L'argentino, infatti, è stato a un passo dal vestire la maglia del Tottenham, proprio nel periodo in cui l'oggi 50enne Sheringham militava negli Spurs.

L'opinione di Teddy

Nel suo aneddoto risalente alla stagione 1993-1994, racconta di una conversazione fatta con l'allora manager del Tottenham Osvaldo "Ossie" Ardiles, ex compagno di squadra del Pibe de Oro con la nazionale argentina. 

Avevo un ottimo rapporto con Ossie, se non ricordo male ero capitano all'epoca. Lui venne da me è mi disse: "Voglio la tua opinione, sto pensando di acquistare un giocatore". Allora gli dissi di proseguire e lui mi rispose: "Diego Maradona".

Superato lo choc per aver sentito pronunciare il nome del più forte giocatore del mondo, Sheringham replicò così:

Gli dissi: "Ossie, veramente? Stai dicendo sul serio? Fallo, devi farlo". A quel punto mi rivelò che era in trattativa con lui proprio in quel momento e io, entusiasta, continuai: "Mio Dio, sarebbe fantastico giocare con lui". 

Arriva Klinsmann

Maradona in quel momento era a un passo dal vestire la maglia del Tottenham, ma il sogno era destinato a interrompersi sul nascere:

Circa tre giorni dopo Ossie è venuto da me e mi ha detto: "Ho deciso di non tesserare Diego. Ha troppi 'bagagli' insieme a lui". 

Così non se ne fece nulla e l'argentino passò dal Siviglia al Newell's Old Boys. E l'anno dopo il Tottenham si consolò con l'arrivo di Jürgen Klinsmann, campione del mondo a Italia '90. 

Non riuscivo a credere che fosse venuto davvero a giocare con noi.

Un grande acquisto, certo. Ma con tutto il rispetto per il tedesco, Maradona sarebbe stata un'altra cosa. La curiosità è che "El Diez" una partita con la maglia degli Spurs l'aveva già giocata. Era il 1° maggio del 1986, si giocava il "Testimonial Match" tra Tottenham e Inter, proprio in onore di Osvaldo Ardiles. Nel suo addio al calcio, Ossie aveva invitato anche l'amico Maradona. Che per l'occasione, indossò la maglia del club londinese.

Una tantum, insomma. La vera sliding doors per "El Pibe de Oro" (e gli Spurs) sarebbe arrivata solo 7 anni più tardi...

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.