Champions League: il Siviglia ne fa 2, Vardy tiene vivo il Leicester

La squadra di Jorge Sampaoli avanti con Sarabia e Correa, ma spreca tanto (anche un rigore) e Ranieri si salva accorciando le distanze a un quarto d'ora dalla fine.

Vardy esulta per il gol che tiene viva la speranza del Leicester

905 condivisioni 0 commenti

di

Share

Al Ramón Sánchez Pizjuán il Siviglia domina, va avanti 2-0 con Sarabia e Correa, ma non riesce a chiudere la partita. E a un quarto d'ora dal triplice fischio arriva il gol del Leicester con Jamie Vardy, il primo in Champions League, che lascia ancora vive le speranze della squadra di Ranieri in ottica qualificazione. I ragazzi di Jorge Sampaoli adesso si giocheranno tutto nella partita di ritorno in Inghilterra, a casa dei campioni in carica della Premier League.

La partita

Nella prima fase della gara si capisce subito quale sia il leitmotiv della serata, con il Siviglia a testa bassa in avanti determinato a chiudere subito il discorso qualificazione. Già al 13' Pablo Sarabia e Joaquin Correa riescono a procurarsi un calcio di rigore per un fallo di Morgan: dal dischetto si presenta l'ex Sampdoria, ma la parata di Schmeichel fa scoprire ai giocatori del club spagnolo che per loro non sarà semplice andare a segno. Loro non demordono e al 25' passano in vantaggio con un colpo di testa di Sarabia su cross dalla sinistra di Escudero.

I padroni di casa continuano l'assedio, ci provano ancora con l'autore del gol, poi con Vitolo e infine con Correa. Non è sufficiente, perché il primo tempo si chiude solo sul parziale di 1-0. Per arrivare al secondo gol bisogna attendere fino al 62' (prima c'è anche un palo colpito da Vitolo), con un'azione "made in Italy": Jovetic salta due uomini e serve Correa, che si fa perdonare l'errore dal dischetto e raddoppia le marcature.

Jovetic ha anche l'opportunità per il 3-0, non la sfrutta e alla prima vera occasione della partita, al 73', il Leicester su cross di Drinkwater riesce a trovare la rete della speranza con Jamie Vardy, al primo centro nella competizione. Il Siviglia prova di nuovo a reagire, ma Schmeichel è un muro e il risultato non cambia più.

Sampaoli

Deluso l'allenatore del Siviglia Jorge Sampoli per le tante occasioni sprecate e quel gol subito inaspettatamente. L'argentino cerca comunque di vedere il bicchiere mezzo pieno:

Siamo stati molto più propositivi, creando 10-15 occasioni. Ora dobbiamo aspettare e vedere quello che succederà, di certo sarà difficile. Probabilmente avremmo meritato qualcosa di più per il calcio prodotto, ma abbiamo sfruttato poco le opportunità create. Non siamo stati fortunati e vista la superiorità mostrata sul campo questo risultato ci sta certamente stretto.

Ranieri

Molto più soddisfatto chiaramente il tecnico Claudio Ranieri nell'immediato post-partita, che si gode il risultato e pensa alla sfida di ritorno:

Sapevamo potessero essere migliori di noi, con qualità e possesso palla. Ma abbiamo sofferto e mostrato grande cuore e organizzazione. All'inizio eravamo un po' timorosi, forse avremmo potuto fare qualcosa di più. Era importante però tenere il match aperto per il ritorno e ci siamo riusciti. in Inghilterra sarà una battaglia, anche se non siamo certo i favoriti: loro sono da anni ai vertici in Europa, hanno alzato tre coppe e sono terzi in campionato. Il nostro primo obiettivo resta la salvezza in Premier League, la Champions è una sorta di viaggio premio.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.