Nizza, ecco il "vecchio" Balotelli: torna titolare e si fa espellere

Per l'attaccante italiano è il terzo cartellino rosso in Ligue 1, la seconda espulsione diretta nelle ultime 8 partite. Favre: "Neanche me n'ero accorto".

Mario Balotelli si allontana dal campo dopo l'espulsione

750 condivisioni 0 commenti 5 stelle

di

Share

Stavolta è complicato trovare attenuati o giustificazioni. Perché contro il Lorient il Nizza ha vinto 1-0, gol di Cyprien, ma Mario Balotelli, schierato di nuovo titolare da Lucien Favre, ha sfoderato la sua versione peggiore: non solo confermando il motivo dei precedenti rimproveri del suo allenatore, ma andando anche oltre e disputando probabilmente la sua peggiore prestazione da quando è approdato in Ligue 1.

Il peggior Balotelli

L'attaccante del Nizza, infatti, ha mostrato il suo lato indolente, irritante e inconcludente. Poco sacrificio, pressing superficiale, completamente estraneo dalla manovra offensiva e pure fastidioso nei continui rimproveri ai compagni, colpevoli di passargli poco il pallone. Non solo: per condire il tutto, Super Mario ha ben visto di farsi espellere al 68'. E mica per doppia ammonizione dopo due situazioni di gioco, no. Espulsione diretta, per proteste, dopo un'azione come tante e un contatto con il difensore di turno per prendere posizione. L'arbitro gli ha sventolato così il cartellino rosso, il terzo di questa sua avventura in Francia.
Non ho nemmeno visto - commenta Favre - cosa sia successo. Mi sono girato e l'ho visto che usciva. Ho chiesto cosa fosse accaduto e mi hanno risposto: "Ha preso il rosso". Non so il perché, sembra abbia detto qualcosa all'arbitro. Ormai è andata, se l'hanno espulso un motivo ci sarà. Peccato perché in allenamento nell'ultima settimana si era mostrato molto più coinvolto.

Numeri 

E se le prime due (contro il Lorient all'ottava giornata e il Bordeaux alla 19esima) erano apparse esagerate, stavolta probabilmente sarà più difficile trovare giustificazioni alla nuova "Balotellade" in salsa francese. Balotelli è apparso nervoso in campo già da prima dell'espulsione, lo era anche con i suoi stessi compagni di squadra che alla fine ha lasciato in inferiorità numerica per più di venti minuti. Il culmine del declino che ne sta contraddistinguendo il suo ultimo periodo in Francia, come testimoniato dai suoi numeri nelle ultime 8 partite: 437 minuti, una tribuna "punitiva", un gol e due espulsioni dirette. Sì, stavolta è difficile trovare alibi.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.