Gameiro da impazzire! L'Atletico Madrid cala il poker a Gijon: 4-1

Una tripletta fantastica del francese, entrato nella ripresa: dopo più di otto anni, i Colchoneros espugnano El Molinón e avvisano Bayer Leverkusen e Barcellona.

1k condivisioni 0 commenti 5 stelle

di

Share

Se tenerlo in panchina sortisce questo effetto, Kevin Gameiro "rischia" di non partire più titolare. L'Atletico Madrid vince 4-1 in casa dello Sporting Gijon ed espugna El Molinón dopo più di otto anni. Una vittoria che porta la firma dell'attaccante francese, entrato nella ripresa e capace di siglare una tripletta (la prima con la maglia rojiblanca) nel giro di cinque minuti. I Colchoneros - che martedì saranno impegnati in Champions League in casa del Bayer Leverkusen - salgono così a quota 45 punti, a -1 dal Siviglia terzo (di scena stasera contro l'Eibar). Per Diego Pablo Simeone è il primo successo nel fortino asturiano: ci riesce alla 100ª trasferta in Liga, che conferma il Cholo come l'allenatore con la percentuale di vittorie esterne più alta nella storia del campionato spagnolo. Inutile per gli uomini di Rubí la rete di Sergio Alvarez, che aveva pareggiato i conti dopo il vantaggio di Yannick Carrasco.

Sporting da battaglia, Atletico a folate

Difficile non aspettarsi una gara vera nella roccaforte asturiana. Timori reverenziali dello Sporting? Zero. D'altra parte, i madrileni non espugnano il Molinón dal dicembre 2008, l'ultima volta sono tornati a casa pure da sconfitti. Insomma, la vita per l'Atleti sarà dura e i ritmi altissimi già nei primi minuti non fanno che confermarlo. Il talento però abbonda tutto dalla parte dei Colchoneros, il guizzo che sblocca la partita può arrivare da un momento all'altro.

Dal sinistro di Griezmann, per esempio, o dal mancino di Correa: al 12' e al 21' sono rispettivamente il Petit Diable e l'Angelito a far sibilare il pallone dalle parti del Pichu Cuellar. Alla formazione di Rubí basta invece un solo tentativo per maledire la sorte: al 38' Moi Gomez pesca Lacina Traoré e l'ivoriano - arrivato a fine gennaio in prestito dal Monaco - centra il palo alla destra di Moyà.

Gameiro da urlo

La tensione elettrica che si è accumulata nel primo tempo si sprigiona però appena le squadra rimettono piede in campo per la ripresa. Vantaggio Atletico, pari Sporting: bastano quattro minuti per incendiare l'incontro. Il gol dei Colchoneros è tratto dal manuale "Come battere un calcio d'inizio": sul lancio di Gabi, sono quattro le frecce madrilene che attaccano la profondità. Sulla sponda di Fernando Torres, Carrasco si fa parare la prima conclusione da Cuellar ma poi deposita in rete senza problemi. Ottava rete in campionato per il belga, la seconda consecutiva dopo quella al Celta Vigo. Strada spianata per l'Atletico? Nient'affatto: al 49' la difesa madrilena lascia che Sergio Alvarez stoppi e insacchi di destro la rete dell'1-1.

Il capitano asturiano sfiorerà poi per ben due volte la doppietta personale, nel forcing dello Sporting contro un avversario stordito dal pareggio. Simeone allora corre ai ripari: prima il doppio cambio Gameiro-Saul per Torres e Correa, poi l'ingresso del giovane Partey per Carrasco. La mossa vincente si chiama Kevin Gameiro: l'ex Siviglia segna all'80', all'81' e all'85, per una tripletta che lascia il Molinón di sasso. Stupendo il filtrante di Griezmann per la prima rete del connazionale, che poi si ripete con due conclusioni a incrociare praticamente identiche. Dopo due tentativi a vuoto, Simeone può tornare a casa da Gijon con tre punti fondamentali nella corsa alle prime della classe. In attesa del Barcellona, per la super sfida del Vicente Calderon di domenica prossima. Prima però c'è una pratica europea chiamata Bayer Leverkusen.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.