Chelsea, a FIFA 17 è sfida... vera: lo show del Bucket Challenge

EA Sports ha messo alla prova i Blues in una delle prove d'abilità del videogame: quante risate tra il team Hazard-Courtois-Batshuayi e il trio Kanté-Zouma-Chalobah.

Il Bucket Challenge organizzato dalla EA Sports a FIFA 17

366 condivisioni 0 commenti 4 stelle

di

Share

Facile scaricare la responsabilità della sconfitta sulle spalle (larghe) di Thibaut Courtois: la graduatoria finale parla chiaro, Michy Batshuayi è riuscito anche a fare peggio. Bella delusione, da uno stra-appassionato di FIFA 17 come lui non ce lo saremmo mai aspettato. Eppure, il Bucket Challenge organizzato dalla EA Sports in casa del Chelsea parla chiaro: nonostante un Eden Hazard da record, il Team Belgio ha dovuto chinare il capo di fronte al Team Resto del Mondo. Dopo il Real Madrid e la sfida delle punizioni, la famosa casa di videogiochi ha scelto infatti i Blues per ospitare un'altro, divertentissimo duello tra i fuoriclasse del calcio mondiale. Al centro sportivo di Cobham, allora, ecco spuntare una schiera di mega-bidoni (nel senso letterale del termine), in cui i sei prescelti tra i giocatori di Antonio Conte dovevano cercare d'infilare il maggior numero di palloni. Proprio come avviene nel videogame, ma stavolta "in carne e ossa".

Da una parte, come detto, i tre belgi Hazard, Courtois e Batshuayi. Dall'altra invece i francesi N'Golo Kanté e Kurt Zouma e l'inglese (originario della Sierra Leone) Nathaniel Chalobah. Tre round a disposizione per collezionare il maggior numero di punti: 1.200 per i canestri più grandi, 1.600 per quelli di media dimensione e 2.000 per i bersagli più piccoli.

Ogni esecuzione da fermo è stata scandita dalle risate, ma soprattutto dagli sfottò dei protagonisti. Basta vedere il primo tentativo di Batshuayi per capire perché Hazard e Courtois abbiano provato a convincere David Luiz (spettatore in borghese a bordo campo) a sostituire il giovane attaccante. Nonostante i 3.200 punti raccolti dal piede fatato di Hazard, al termine del round 3 è stato quindi il Resto del Mondo a esultare per la vittoria in famiglia: strepitoso Kanté con i suoi 2.800 punti, ma anche Zouma e Chalobah si sono difesi bene con i loro 2.000 punti.

Fanalini di coda, Courtois (1.600 punti) e appunto Batsuhayi, sorprendentemente capace di raccogliere solo 1.200 punti. Mentre il terzetto anglo-francese si godeva la vittoria, poi, lo stesso David Luiz si è tolto la soddisfazione di fare centro al primo colpo: il puntatore con il nome sulla testa del brasiliano è probabilmente tra le chicche più belle di questo video imperdibile.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.