Chelsea, Alonso e i segreti di Conte: "Ci porta sempre a cena fuori"

Alla base del primo posto in Premier League dei Blues, il forte spirito di gruppo costruito dal manager pugliese: "Usciamo tutti insieme almeno una volta al mese".

Antonio Conte esulta con Marcos Alonso al termine della gara

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

No, Antonio Conte non è solo esultanze, urla e nervi tesi. Quel carattere burbero e irascibile che ne contraddistingue la sua figura di allenatore, nasconde dietro di sé anche un lato molto più rilassato. Non potrebbe essere altrimenti visti i risultati che sta ottenendo con il Chelsea, dopo aver creato un gruppo di giocatori che ragiona da squadra. E che segue il proprio tecnico con massima fiducia e disponibilità. Ma qual è il suo segreto per raggiungere ovunque vada certi effetti? Sicuramente c'è quel suo retaggio da calciatore, che gli consente di capire gli umori dei suoi giocatori anche solo da uno sguardo. E che gli permette pure di sapere come andare a incidere all'interno dello spogliatoio.

Le cene di gruppo

Chiunque abbia giocato a calcio, anche a livello dilettantistico, e vissuto uno spogliatoio, sa ad esempio quanto siano importanti le cene di squadra per creare un forte spirito di appartenenza, complicità. A maggior ragione in ambito professionistico, queste rappresentano dei momenti per staccare un attimo la spina e divertirsi un po' tutti insieme. Conte lo sa perfettamente, ecco perché l'appuntamento con la cena offerta da lui a tutti i suoi giocatori è diventato ormai una tappa fissa. A raccontarlo ci pensa Marcos Alonso attraverso il sito ufficiale del Chelsea:

Almeno una volta al mese andiamo a cena fuori tutti insieme, riusciamo così a godere della compagnia reciproca anche al di fuori del rettangolo di gioco. Questo ci è di grande aiuto per avere la giusta atmosfera e spirito di squadra. E questo si vede anche in campo. Le organizzano il mister e il capitano, è qualcosa di fantastico e divertente per tutti.

🔝👍🏼💪🏼👊🏼🤘🏼💙

A post shared by Marcos Alonso (@marcosalonso28) on

L'amicizia con Pedro

Oltre a questo appuntamento fisso, poi, Alonso organizza anche altre cene, ma in compagnia del suo connazionale Pedro, che lo ha aiutato molto nel suo inserimento da quando in estate è passato dalla Fiorentina al Chelsea.

È un grande amico e ci frequentiamo anche dopo gli allenamenti. Non lo conoscevo prima di venire qui, ma mi ha aiutato tanto da quando sono arrivato a Londra. Andiamo a cena insieme regolarmente e siamo andati anche a seguire l'NBA insieme all'O2. Non sono un grande fan del basket, ma seguo alcuni giocatori spagnoli.

Il segreto di Antonio Conte, in fondo, è anche in queste cose. Nel legame tra giocatori che va pure al di fuori di quel primo posto in classifica.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.