Di María: "Dopo la partita mi hanno chiamato tanti amici da Madrid..."

L'argentino, doppietta nel 4-0 del Paris Saint-Germain al Barcellona in Champions League, ammette le telefonate dal Real Madrid subito dopo il triplice fischio.

Ángel Di María, argentino del Paris Saint-Germain

2k condivisioni 0 commenti

di

Share

Di solito quando si va a Parigi nel giorno di San Valentino, lo si fa per regalare una romantica sorpresa e trascorrere una memorabile festa degli innamorati. Il ricordo che si porteranno dietro Luis Enrique e i giocatori del Barcellona da questo breve soggiorno all'ombra della Tour Eiffel, però, non sarà proprio così piacevole. Anzi, la serata al Parco dei Principi resterà per sempre un incubo per il popolo blaugrana. Da Draxler a Verratti, da Cavani a Rabiot, tutti nomi di giocatori del Paris Saint-Germain difficilmente potranno essere scordati in Catalogna.

Incubo Di María

Ce n'è poi uno in particolare che ha reso "indimenticabile" il viaggio del Barcellona a Parigi, trasformandolo in un "San Valentino di Sangue", ed è quello di Ángel Di María. L'argentino ex Real Madrid ha sempre avuto un rendimento di livello contro il Barça, nel corso della sua permanenza in Liga ha segnato 2 volte e servito 5 assist nei Clásicos. E non ha alterato questo andamento nemmeno ora che gioca nella squadra guidata da Emery: la sua doppietta è stata decisiva nel 4-0 finale per i parigini, che - salvo clamorosi colpi di scena nella gara di ritorno - dovrebbero aver interrotto agli ottavi di finale il cammino del Barcellona in Champions League. Inevitabile che, dopo la partita, il telefono del "Fideo" (lo spaghetto) sia squillato molte volte con chiamate o messaggi in arrivo dalle Merengues:

I miei amici di Madrid - racconta nel Di María - già mi hanno chiamato per congratularsi del 4-0. Ho vissuto da giocatore del Real il 5-0 del Barcellona (il 29 novembre 2010, ndr) e quindi mi rendo conto cosa stiano provando loro oggi.

La sua rivincita

A distanza di poco più di sei anni, l'argentino si è preso la sua rivincita, diventando il castigatore del Barcellona:

Non poteva andare meglio, abbiamo fatto tutto quello che serviva per ottenere questo risultato, lavorando alla perfezione nel corso dei 90 minuti. Abbiamo controllato molto bene Messi, Neymar e Luis Suárez, questo è stato fondamentale. Il lavoro di Emery sta dando i suoi frutti.

Testa al Camp Nou

E adesso la testa va alla gara di ritorno, quando il Barcellona proverà di tutto per ribaltare il risultato e compiere un'impresa. Di María sa meglio di altri che contro questi giocatori non si possa dare nulla per scontato:

Il Barcellona ha tutto quello che serve per fare anche più di 4 gol al Camp Nou. Non è possibile rilassarsi contro i migliori giocatori del mondo, la miglior squadra del mondo. Dovremo lavorare come fatto all'andata.

Vero, ma insomma il Paris Saint-Germain parte con un buon margine di vantaggio.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.