Serie A, classifica marcatori: Dzeko e Higuain in vetta, Belotti non molla

Dzeko segna il 5° gol nelle ultime 4 partite, doppietta di Higuain che affianca il bosniaco a quota 18 gol. Due gol anche per Belotti che insegue, hattrick di Inglese.

Dzeko

279 condivisioni 0 commenti

di

Share

Il ventiquattresimo turno del nostro campionato non è ancora concluso, ma Edin Dzeko si è messo avanti con il lavoro: segnando uno dei due gol della Roma a Crotone, infatti, il bosniaco ha mantenuto il primato nella classifica dei marcatori della Serie A.

Basta rigori

La partita di Dzeko non era cominciata nel modo migliore: al 17’, infatti, l’attaccante di Spalletti aveva sbagliato un altro rigore – sesto errore dal dischetto negli ultimi 11 tentativi – tanto che a fine match dichiarava:

Capita, però adesso smetto di tirare rigori. Lo farà qualcun altro.

Higuain risponde

Un vantaggio per i suoi rivali nella corsa per la vetta della classifica dei marcatori di Serie A? Non si direbbe. Il bosniaco si è poi fatto perdonare realizzando una rete nell’ultimo quarto d’ora e raggiungendo quota 18 gol, 5 negli ultimi 4 match per una media-gol di 1,25. L'ex Manchester City è rimasto in vetta da solo per poche ore, in serata lo ha raggiunto Higuain che ha segnato una doppietta nel 2-0 della Juventus sul campo del Cagliari. Il Pipita è andato a segno nelle ultime cinque trasferte dei bianconeri. 

Il rigore sbagliato da Dzeko

Doppietta per Belotti

Che sia il Torino a essere in vena o sia il Pescara svuotato di energie, la squadra di Mihajlovic sembra poter disporre facilmente degli avversari, che invece provano a rientrare nel finale. Finisce 5-3 e Andrea Belotti segna una doppietta che lo porta a quota 17, cioè a una sola rete da Dzeko nella classifica dei marcatori della Serie A.

La classifica dei marcatori

Lezione di Inglese

Chi magari arriverà difficilmente a lottare per la graduatoria dei bomber, ma oggi si è tolto una bella soddisfazione è Roberto Inglese. La punta del Chievo ha vissuto una giornata straordinaria, anche se cominciata con un errore dal dischetto, proprio come Dzeko. Poi, però, col Sassuolo in 10, ha suonato la carica e con una storica tripletta ha guidato i suoi al successo finale per 1-3 e si è guadagnato il diritto a portarsi a casa il pallone della partita.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.