Volley, Serie A1 maschile: Modena, fiducia a Tubertini

Dopo una lunga esperienza come secondo allenatore dei campioni d'Italia, Tubertini diventa il direttore d'orchestra di Modena. Sfumate le piste Giani e Stoytchev.

Vittoria sofferta per 3-2 sul campo di Monza per il nuovo primo allenatore gialloblù

27 condivisioni 0 commenti

di

Share

Modena sceglie Lorenzo Tubertini almeno fino al termine della stagione. Svaniscono i sogni della tifoseria gialloblù di avere al comando della nave l'ex Giani e l'ex Trento Stoytchev. La società della presidentessa Pedrini, dopo la rescissione consensuale con Roberto Piazza, affiderà le sue velleità in Champions League e in campionato a Lorenzo Turbertini, secondo dell'ex coach e da molte stagioni a Modena.

La storia

La lunga storia d'amore tra Tubertini e i colori gialloblù inizia nel 2002 e viene interrotta solo per qualche anno quando il trainer si siede sulla panchina di Mantova e di Piacenza. Modena è la città dove Lorenzo ha sviluppato al meglio e per maggior tempo il proprio lavoro, visto che è stato seduto anche sulla panchina femminile dal 1996 al 1999. È stato proprio il nuovo primo allenatore di Modena, in un'intervista rilasciata al termine del suo primo match vittorioso contro il Vero Volley, a rendere ufficiale la consegna fino a fine stagione ottenuta dalla società modenese.

Una vittoria in rimonta per l'Azimut, che sotto per 2-1 sul campo di Monza ha ribaltato il punteggio e vinto per 3-2. Vettori e Ngapeth sono stati i trascinatori del successo: 4 e 3 ace per loro dai 9 metri e un bottino di 46 punti per le due principali bocche da fuoco gialloblù. Due punti che sono serviti ad allontanare la minaccia Verona, battuta per 3-0 sul campo della Trentino Volley, nella sfida per il quarto posto: ora la differenza fra le 2 squadre è di 4 punti.  

Le statistiche della gara

Turbertini dopo la prima vittoria

Petric fiducioso

Modena festeggia la vittoria

Dov'è finito Giani?

Il tanto desiderato Andrea Giani, dopo aver sfidato Modena con la maglia degli acerrimi nemici del Maxicono di Parma, è stato nominato dalla Germania come allenatore della nazionale maggiore. 

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.