Angola, tragedia allo stadio: 17 morti e decine di feriti

Centinaia di persone bloccate all'ingresso hanno premuto per entrare allo stadio di Uige per la prima di campionato, provocando il crollo del cancello. Una decina i feriti gravi.

Tragedia allo stadio

144 condivisioni 0 commenti

di

Share

Sono almeno 17 i morti e diverse decine i feriti coinvolti nel crollo del cancello dello stadio 4 Gennaio di Uige nel nord dell'Angola.

Diversi bambini fra le vittime

Ieri sera era in programma la prima partita del campionato nazionale fra la squadra locale di Santa Rita de Cassia e il Recreativo de Libolo. La partita era cominciata da qualche minuto, ma per qualche motivo buona parte dei tifosi non era ancora riuscita ad accedere alle gradinate.

Lo stadio 4 Gennaio di Uige

C'è stato un blocco all'ingresso dello stadio, un'ostruzione che ha causato molte vittime: 17 morti accertati e ci sono almeno 56 feriti di cui una decina in gravi condizioni

ha detto il portavoce della polizia locale Orlando Bernardo, che ha aggiunto che fra i morti ci sono diversi bambini. A quanto pare, le vittime e i feriti non hanno retto la pressione dei sostenitori che volevano entrare nella struttura: la maggior parte dei decessi, infatti, è avvenuta per schiacciamento o per soffocamento. 

Una scia di tragedie

Un dramma che richiama alla mente altri tragici eventi, da quello tristemente ben noto dell'Heysel alla semifinale di FA Cup del 1989 dove 96 tifosi del Liverpool persero la vita schiacciati e calpestati, a quello che viene ricordato come una vera e propria carneficina: 320 vittime e oltre mille feriti causati dal panico al National Stadium di Lima durante un match fra Perù e Argentina nel 1964.

Il 29 maggio 1985 all'Heysel le vittime furono 39 e i feriti oltre 600

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.