Eurolega - Il miglior quintetto del ventiduesimo turno

Chiavi del gioco affidate a Mekel (Maccabi), Kurbanov (CSKA) e Printezis (Oly) da esterni e sotto canestro l'energia e la precisione di Tyus (Galatasaray) e Singleton (Pana).

Doppia doppia per Printezis

8 condivisioni 0 commenti

di

Share

Il ventiduesimo turno di Eurolega ha regalato non poche sorprese, sia a livello di risultati che di protagonisti. Inaspettate vittorie per Galatasaray e Maccabi Tel Aviv, rispettivamente contro Barcellona e Baskonia. Anche il Darussafaka vince a sorpresa il derby di Istanbul contro il Fenerbahce. Tra i giocatori, invece, salgono in cattedra gente come Mekel, Kurbanov e Kirk, vera classe “operaia” di questa Eurolega. Andiamo a formare il miglior quintetto di quest’ultima giornata.

Quintetto

Gal Mekel al tiro contro il Baskonia

Gal Mekel (Maccabi Tel Aviv) - Il playmaker israeliano è la vera grande sorpresa di questa giornata. Prende per mano il suo Maccabi e lo guida alla vittoria contro il Baskonia. Mai andato nemmeno in doppia cifra in Eurolega, Mekel sfiora addirittura la tripla doppia, mettendo a segno 10 punti, catturando 9 rimbalzi e servendo 7 assist. Davvero una bella sorpresa.

Nikita Kurbanov del CSKA Mosca

Nikita Kurbanov (CSKA Mosca) - La partita perfetta per il giocatore russo, che non sbaglia un colpo. Nonostante la super partita di Nando De Colo e nonostante il ritorno di Milos Teodosic, Kurbanov si prende tutta l’attenzione. 100% dal campo (3/3 da 2 e 2/2 3 punti), 100% al tiro libero (6 su 6). Senza scordare i 5 rimbalzi e le 3 palle recuperate. La vera forza del CSKA la fanno proprio i gregari come Nikita.

Georgios Printezis, dominatore della partita con lo Zalgiris

Georgios Printezis (Olympiacos) - Il greco è il vero trascinatore dell’Olympiacos nella vittoria sullo Zalgiris. Vista la poca incisività del fenomeno Spanoulis, è l’ala greca con le sue bombe e le sue giocate nel cuore dell’area a stendere i lituani. Chiude la partita con una grande doppia doppia da 17 punti e 10 rimbalzi. Se l'Olympiacos è secondo a pari merito con il CSKA, il merito è sicuramente anche suo.

Alex Tyus al tiro contro il Barcellona

Alex Tyus (Galatasaray) – Con un ultimo quarto clamoroso, il lungo americano trascina il Galatasaray ad una inaspettata vittoria sul campo del Barcellona. Schiacchiate, stoppate, assist e soprattutto tanta energia per l’ex canturino che chiude con 19 punti (8/12 al tiro), 9 rimbalzi e due stoppate. Un 'annata fatta di sali e scendi per Alex e il Galatasaray, ma il suo valore non si discute.

Chris Singleton in entrata contro il Bamberg

Chris Singleton (Panathinaikos) – Solitamente siamo abituati a vedere centri potenti e fisici come Singleton combattere sotto canestro. Il lungo del Panathinaikos però ci ha mostrato che è anche un abilissimo tiratore. L’americano ha messo a segno un ottimo 4/6 da 3 punti e proprio grazie alle sue triple il Panathinaikos è riuscito ad avere la meglio del Bamberg. Ma anche a rimbalzo dà un grossa mano, catturando sei rimbalzi.

Sesto uomo

Tutta l'energia di Alex Kirk

Alex Kirk (Efes) – Partito dalla panchina, il giocatore americano tiene in vita l’Efes quando tutto sembra ormai già perso. L’ultimo arrivato in casa Anadolu mette tanta energia, e sotto canestro, è l’unico a tener testa ai lunghi milanesi nel primo tempo. Per lui 11 punti e 5 rimbalzi e una grande dimostrazione di poterci stare in un palcoscenico importante come l’Eurolega.

Coach

David Blatt abbracciato da Zeljko Obradovic

David Blatt (Darussafaka) – Dopo tre sconfitte consecutive, il Darussafaka si rialza e si rimette in corsa per un posto tra le prime otto, battendo il Fenerbahce. Se i turchi si trovano così in alto dopo 22 giornate, lo devono sicuramente al grande allenatore che siede in panchina, che ha saputo valorizzare i giocatori che ha a disposizione e costruire una vera e propria macchina da guerra. L'allenatore americano vince così anche la sfida con il leggendario collega Obradovic.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.