Champions League: come arriva il Napoli alla sfida con il Real Madrid

Dopo aver battuto il Genoa, gli azzurri si preparano per il big match del Bernabeu. E Sarri dà la carica: "Servirà un pizzico di timore e altrettanta sfrontatezza".

Il Napoli esulta dopo la vittoria col Milan

198 condivisioni 0 commenti

di

Share

Questo Napoli fa paura. Non solo per i risultati, anche per il gioco: la squadra vince, i tifosi si divertono. E neanche quel mostro chiamato Real Madrid fa più tanta paura. Il giorno della verità si avvicina, i ragazzi di Sarri arrivano all'appuntamento con il Bernabeu più tranquilli che mai. Merito dello score di inizio 2017: delle 8 partite disputate - tra campionato e Coppa Italia - gli azzurri ne hanno vinte 7 e pareggiata 1 (contro il Palermo). L'ultima sconfitta risale addirittura a quattro mesi fa, quando allo Juventus Stadium Higuain gelò i suoi ex tifosi. Era il 29 ottobre e, da quel momento in poi, nessuno è più riuscito a battere il Napoli, che ha riscoperto la sua solidità difensiva e un attacco che segna valanghe di gol.

La carica di Sarri

Mercoledì 15 febbraio. Questa la data cerchiata in rosso sul calendario di Sarri: il tecnico del Napoli sa che sarà dura, dovrà attingere a ogni goccia della sua bravura per avere la meglio nel doppio confronto. Difficile stabilire se sarà alla pari.

Sarà il campo a dirci se siamo in condizione di confrontarci contro squadre di questo livello. C'è poco da studiare: il Real è una squadra di grandissimi campioni con valori assoluti. La squadra, però, comincia ad avere più mentalità e questa sera, ad esempio, ha dimostrato di sapersi estraniare da tutto ciò che la circonda. Servirà un pizzico di timore, che dà concentrazione e tensione, con altrettanta sfrontatezza durante la partita.

L'uomo più in forma

Quando si pensa al Napoli di quest'ultimo periodo, il primo giocatore che viene in mente è Dries Mertens. Il belga ha sfruttato al meglio l'infortunio di Milik, dimostrando di poter giocare anche come punta centrale. Un lavoro diverso, ovviamente, ma il numero 14 è cresciuto molto. I 16 gol segnati sono lì a testimoniarlo.

Nella sfida contro il Genoa anche altri due calciatori hanno rubato la scena: il redivivo Giaccherini e il talentuoso Zielinski. Oltre ad aver steso il Grifone, entrambi si sono trovati d'accordo nel commentare il prossimo impegno in Champions League:

Il Real Madrid è la squadra più forte al mondo, lo dicono i numeri, hanno vinto 11 Champions ma andremo là a giocarcela, anche noi abbiamo grandi campione e non abbiamo paura. Speriamo di poter regalare tante gioie ai nostri tifosi.

Dalla Spagna

Guai a sottovalutare in Napoli, quindi. Anche se in Spagna sembrano rispettare molto l'avversario, come testimoniano i titoli dei principali quotidiani sportivi.

Napoli inarrestabile verso il Real Madrid.

La cavalcata dei ragazzi di Sarri non è passata inosservata. E mercoledì al Bernabeu servirà una squadra versione Real per battere gli azzurri. Zidane dovrà ancora fare a meno di Bale, anche se il gallese dovrebbe farcela per l match di ritorno al San Paolo, in programma il prossimo 7 marzo.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.