Bundesliga, Schalke-Hertha 2-0: la Veltins Arena torna a festeggiare

Burgstaller a ridosso dell'intervallo, raddoppio di Goretzka nel secondo tempo. Weinzierl torna al successo, Dárdai fallisce il sorpasso a Eintracht e Borussia Dortmund.

197 condivisioni 0 commenti

di

Share

Tre punti e un sospiro di sollievo per lo Schalke, che alla Veltins Arena batte 2-0 l'Hertha e dà seguito al buon pareggio dell'Allianz Arena. Il vantaggio di Burgstaller a fine primo tempo ed il sigillo di Goretzka nella ripresa valgono la settima vittoria in Bundesliga.

Primo tempo

Gli ospiti vogliono approfittare degli scivoloni di Eintracht e Borussia Dortmund, Weinzierl deve cambiare rotta ad un campionato finora anonimo. La Veltins Arena spinge lo Schalke a fare la partita, l'Hertha gioca di rimessa e riesce a creare la prima palla gol del match. Ibišević apre sulla sinistra per Kalou, che entra in area e spara troppo alto sul primo palo. È un caso isolato, perchè poi sale in cattedra Goretzka. Il centrocampista prende la mira dalla distanza e calcia in porta: palo pieno a Jarstein battuto. La deviazione del portiere norvegese, però, è provvidenziale sul secondo tentativo del numero 8, che sfrutta un'imbeccata al limite dell'area per incrociare verso l'angolino. Il vantaggio è soltanto rimandato agli ultimi minuti del primo tempo: Bentaleb scucchiaia alle spalle della difesa, Burgstaller controlla di petto ed infila Jarstein con un destro potente sul primo palo. 1-0 e palla al centro, ma non c'è più tempo per altre occasioni.

Secondo tempo

La ripresa comincia nello stesso modo, ad eccezione dell'esito finale. La prima occasione è sui piedi di Burgstaller, che riceve in area e calcia rapidamente verso la porta: stavolta la mira non è precisa. Lo Schalke non allenta la pressione, al contrario porta al tiro anche i suoi difensori. Naldo, però, non è incisivo come una settimana fa contro il Bayern Monaco. L'Hertha è troppo morbido ed è solo questione di tempo prima che arrivi il raddoppio. Badstuber avvia la manovra dalla sinistra e serve Bentaleb, che serve un'altra palla intelligente per Goretzka. Il centrocampista attacca centralmente, arriva al limite dell'area ed incrocia col destro, trovando il 2-0 che rilassa i nervi di Weinzierl. La situazione ormai compromessa scuote gli uomini di Dárdai, in particolare Ibišević. L'attaccante bosniaco conclude dal limite, ma trova la risposta di Fährmann. Passano pochi minuti e ci prova anche Pekarík da posizione defilata: il destro in corsa sfiora il palo. La stanchezza e le sostituzioni fanno calare i ritmi negli ultimi minuti: i padroni di casa ne traggono beneficio e si godono il ritorno al successo alla Veltins Arena.

A tre settimane dalla vittoria sull'Ingolstadt, arriva il settimo squillo in Bundesliga. Lo Schalke sale a 25 punti, mentre l'Hertha rimane fermo a 33, in piena zona Europa League. Fallita l'irruzione al terzo posto.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.