Defoe&co. campioni di solidarietà: in visita dal piccolo Bradley Lowery

Defoe, Mannone e altri giocatori del Sunderland hanno fatto visita al piccolo Bradley Lowery, che a fine serata si è addormentato tra la braccia dell'attaccante.

Bradley Lowery insieme a Mannone e Defoe

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Continua senza sosta il supporto dei giocatori del Sunderland alla causa del piccolo Bradley Lowery, il bimbo di 8 anni malato terminale che ormai da mesi combatte contro una rara forma di cancro, conosciuta come neuroblastoma. Ieri sera, per l'ennesima volta nel corso di questa stagione, Jermain Defoe, Vito Mannone e alcuni compagni di squadra hanno fatto visita al ragazzino e alla sua famiglia, regalando loro una serata di serenità. 

Bradley ha avuto la possibilità di mostrare ai suoi idoli alcuni dei suoi giocattoli e scambiare con loro qualche battuta prima che il padre postasse su Twitter gli scatti più belli della serata. Al termine della visita Bradley si è poi addormentato tra le braccia di Defoe, l'immagine è diventata virale nel giro di pochissimi minuti arrivando a più di 22 mila condivisioni. 

Le cure

Intanto la battaglia della famiglia Lowery procede: nonostante i medici abbiano dato il loro responso, ritenendo inutile qualsiasi tipo di cura, i genitori di Bradley continuano fino all'ultimo a credere in un possibile miracolo. I soldi raccolti fino a questo momento hanno oramai superato la soglia di 1,5 milioni di sterline e ogni settimana, tramite iniziative benefiche e donazioni spontanee dei tifosi di tutto il mondo (non solo inglesi), la cifra aumenta sensibilmente. Finché la battaglia non è persa, la speranza è dura a morire. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.