PSG, Di Maria: "Elimino il Barcellona e mi gioco la finale con il Real Madrid"

In un'intervista al quotidiano Marca, l'argentino ha rivelato gli obiettivi del Paris Saint-Germain in questa stagione: "Vincere il titolo e arrivare in finale di Champions League".

L'esterno del Paris Saint-Germain, Angel Di Maria

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

Nessuna paura del Barcellona. Angel Di Maria sprona il PSG, la squadra di Luis Enrique non è un mostro invincibile. In passato i sogni del Paris Saint-Germain sono andati in frantumi al cospetto di un Barça formato Champions League. Ma secondo l'argentino quest'anno c'è qualcosa di diverso: la bestia nera può essere battuta e la maledizione scacciata. El Fideo non ha dimenticato il suo passato al Real Madrid, però adesso il suo unico obiettivo è vincere in Francia. Di seguito i passaggi più importanti della sua intervista al quotidiano spagnolo 'Marca'.

Il rapporto con Emery

Dopo un inizio di stagione difficile, il PSG ha ridotto il gap con la testa della classifica, merito anche del rendimento di Angel Di Maria e del suo allenatore:

Emery è molto esigente. Ha uno schema tattico molto preciso e ci ho messo un po' di tempo ad adattarmi. A me piace correre per tutto il campo e il suo sistema di gioco mi penalizzava, ma poi ho seguito i suoi consigli e adesso sono cresciuto molto. L'importante è migliorare sempre. Anche quando sono andato via dal Real Madrid, non ero lo stesso giocatore di quando ero arrivato. Lavezzi? Certo che mi è dispiaciuto per la sua partenza. È lui che mi ha convinto a firmare per il PSG, ma ho comunque un bellissimo rapporto con tutti nello spogliatoio.

Obiettivi stagionali

Quando ti chiami Paris Saint-Germain tutti si aspettano la vittoria della Ligue 1 già al termine del girone d'andata, ma in questa stagione le rivali si sono dimostrate più agguerrite del previsto:

La gente sa che ci sono anche altre squadre, ma sa anche che il PSG ha i giocatori migliori del campionato. Quest'anno il Monaco è cresciuto molto, ha la possibilità di andare avanti anche in Champions, sta facendo una stagione impressionante. Lo scorso anno abbiamo vinto facilmente il campionato, ecco perché i tifosi pensano che quest'anno non siamo più gli stessi. Ma proveremo comunque a vincere il titolo.

Champions League

Impossibile però non andare con la testa alla sfida contro il Barcellona, che fino ad oggi ha sempre eliminato i francesi in Champions League. Ma secondo Di Maria il gap non è così importante:

Anche noi abbiamo giocatori di grande qualità. Penso a Marco Verratti: lo vogliono sia Barcellona che Real, dà un qualcosa in più alla squadra. Quando non c'è si sente la sua assenza. Penso che l'anno scorso la sfida con il Madrid è stata molto equilibrata e anche a Parigi abbiamo giocato una grande partita. In certi casi il Real è anche fortunato: segna un gol e la partita finisce, ma secondo me siamo stati più bravi di loro. È stata una gara strana, in cui il Real Madrid non ha fatto niente però ha vinto.

Barcellona e Real Madrid

Il discorso torna sempre lì. El Fideo ha parlato anche del suo passato, del trasferimento dal Real allo United, svelando anche un retroscena di mercato:

Quando sono andato a Manchester l'ho fatto perché mi era rimasto un solo anno di contratto ed era l'offerta migliore sia per me che per il Madrid. Futuro al Barcellona? Non penso al futuro, perché nel calcio tutto può succedere. So solo che adesso vorrei eliminare il Barcellona in Champions League. Finale con il Real? Magari, mi piacerebbe molto. Ho bei ricordi in Spagna, dalla vittoria della Decima alla finale di Copa del Rey in cui feci l'assist per il gol vittoria.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.