Caos Borussia Dortmund-Lipsia: una partita senza "muro giallo" e multa

Ecco la punizione scelta della Federcalcio tedesca per il Borussia a seguito degli incidenti di sabato scorso: il club se la cava con una pena relativamente leggera.

Il "muro giallo" del Borussia Dortmund e la protesta contro il Lipsia

202 condivisioni 0 commenti

di

Share

Una partita senza il "muro giallo" e multa di 100mila euro. Così la Deutscher Fußball-Bund, la Federcalcio tedesca, ha deciso di punire il Borussia Dortmund per gli incidenti occorsi in occasione della partita di sabato scorso, quando gli ultrà gialloneri hanno aggredito tifosi del Lipsia (donne e bambini compresi) che si dirigevano verso il Signal Iduna Park con lanci di oggetti vari, ferendo anche degli agenti di polizia. Episodio che ha sconvolto il calcio tedesco e portato all'arresto di 28 persone.

Scuse immediate

Dopo aver esaminato i referti delle forze dell'ordine e preso atto delle iniziative portate avanti dal BVB in questi giorni, la DFB ha optato per una pena tutto sommato contenuta se relazionata a quanto accaduto. Sin dal verificarsi dei fatti la dirigenza del BVB si è messa a disposizione per collaborare nell'individuazione dei soggetti che si erano resi protagonisti degli incidenti, prendendo posizione sia a livello dirigenziale che con le parole del proprio tecnico Tuchel. Gli stessi tifosi hanno poi approfittato della partita di Coppa di Germania contro l'Hertha Berlino per chiedere scusa con vari striscioni, ed è di ieri il comunicato congiunto delle due società in cui si manifesta piena collaborazione e solidarietà per prevenire in futuro episodi del genere. Al meeting ha partecipato ovviamente anche l'amministratore delegato del Borussia Dortmund, Hans-Joachim Watzke, che nel pre-partita si era reso protagonista di frasi dure nei confronti della società della Red Bull. Il dirigente giallonero non è stato punito dalla Federazione tedesca, che si è limitata esclusivamente a quanto accaduto allo stadio:

La punizione riguarda gli striscioni diffamatori, il lancio di boccali di birra verso i tifosi del Lipsia e l'utilizzo del laser per infastidire i calciatori della Red Bull in campo.

La punizione

E dal momento che il Borussia Dortmund era già stato condannato in passato con la sospensiva per altri problemi causati dai propri tifosi, è stato deciso di far giocare una partita senza il settore più caldo:

Dopo gli incidenti nella partita di Bundesliga con il Lipsia, così come accaduto nelle gare con il Mainz e l'Hoffenheim, nonché nella partita d'andata contro lo stesso Lipsia, il comitato di controllo della DFB ha optato per la chiusura del settore sud del Signal Iduna Park (il "muro giallo", ndr) e di una multa di 100mila euro.

Il Borussia Dortmund adesso avrà tempo fino a lunedì per rispondere. Difficile pensare che possa inoltrare un ricorso visto che la pena è già di per sé molto contenuta. E così la partita di Bundesliga del prossimo 18 febbraio contro il Wolfsburg si giocherà senza il settore più caldo della tifoseria del BVB. Una brutta botta per Tuchel, ma anche lui sa che sarebbe potuta andare molto peggio.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.