Real Madrid, no alla finale di Coppa al Bernabeu: "Ci sono dei lavori"

L'annuncio è arrivato direttamente da Florentino Perez: "I lavori partiranno subito dopo l'ultimo match casalingo". San Mames e Vicente Calderon i più quotati per la sostituzione.

Perez

503 condivisioni 0 commenti

di

Share

Adesso è ufficiale: il Santiago Bernabeu non potrà ospitare la finale di Coppa del Re fra Barcellona e Alaves in programma il 27 maggio prossimo. Il presidente del Real Madrid Florentino Perez, intervenendo stamattina alla presentazione di un libro sull'Undécima, è stato chiaro e anche un po' tranchant:

La finale di Coppa non si potrà giocare al Bernabeu perché sono in programma dei lavori. Ci sono altre domande?

Fra realtà e dietrologia

Il Real giocherà l'ultima partita casalinga di Liga alla penultima giornata, contro il Siviglia nel weekend del 13-14 maggio, e nei giorni successivi partiranno i lavori previsti da tempo. Non ci sono margini. Questa è la realtà. Poi ci sono le illazioni e la dietrologia. In Spagna, infatti, non manca chi sostiene che, Florentino non avrebbe visto di buon occhio una finale senza il Real Madrid nel salotto di casa. Con la possibile aggravante di un successo dei Blaugrana, poi, era proprio inimmaginabile.

La finale cerca casa

Sia come sia, la finale dovrà trovare un'altra sede ed è già partito il toto-stadio. Il Camp Nou è un'opzione, ma quelli del Deportivo non ci sentono e provano a spingere per il San Mames. Lo stadio dell'Athletic Bilbao è stato restaurato nel 2013 e sarebbe un ottimo candidato, ma pochi giorni dopo ospiterà un concerto dei Guns n' Roses e i tempi potrebbero non essere sufficienti.

Il San Mames è stato restaurato nel 2013

Omaggio al Vicente Calderon?

Alla fine l'opzione più probabile è che la finale rimanga a Madrid, spostata solo di qualche chilometro verso le rive del Manzanarre, al Vicente Calderon, lo storico stadio dell'Atlético, destinato a chiudere i battenti proprio a fine stagione con l'inaugurazione del Wanda Metropolitano. Se ne parla da tempo e la soluzione, oltre a mettere d'accordo tutti, consentirebbe di rendere omaggio a uno stadio che ha fatto la storia del calcio.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.