In crescita, con due novità: che Anadolu Efes troverà l'EA7 Milano

Due cambi nel roster e tanta fiducia in più, con un ottavo posto da mantenere per la qualificazione ai playoff. E per Milano c'è il tabù Abdi Ipekçi Arena...

Anadolu Efes Istanbul

16 condivisioni 0 commenti

di

Share

Negli ultimi anni di Eurolega è stato a dir poco un classico, ripetutosi per ben 21 occasioni dalla stagione del ritorno biancorosso ai più alti livelli europei (2005-06) ed in grado di rappresentare spesso una sfida tabù (15 sconfitte e 6 successi) per il mondo Olimpia. L'Abdi Ipekçi Arena come parquet mai espugnato, l'Anadolu Efes come squadra da sempre ostica per Milano, pronta a scendere in campo stasera contro la squadra di Perasovic (diretta Fox Sports ore 18.30, con ampio prepartita a partire dalle 18) tentando di confermare i buoni segnali mostrati nelle ultime settimane: per i ragazzi di Repesa, intenzionati a giocarsi fino in fondo le residue chances di qualificazione, la possibilità playoff passerà anche da una bestia nera mai sconfitta ad Istanbul, tra gli avversari diretti per quell'8° ed ultimo posto utile al passaggio verso il turno successivo. Ma che Anadolu Efes ritroverà l'EA7 dopo la gara d'andata, giocata al Forum il 10 novembre scorso? Tra ruolino di marcia e qualche cambiamento nel roster, andiamo a vedere come i turchi si presenteranno alla gara contro l'Olimpia.

Throwback: Sanders-show

Rakim Sanders
Rakim Sanders, grande protagonista nella gara d'andata

105 punti segnati, gara controllata sin dal primo quarto di gioco ed un Sanders formato MVP: la partita d'andata mostrava ancora a tutti la vecchia versione di un'Olimpia straripante in attacco e sofferente in difesa, capace di concedere anche in quella occasione 92 punti all'avversario dopo i 106 regalati al Bamberg una settimana prima. Eppure, con la successiva vittoria ottenuta poi sul Baskonia, il record recitava 4-3: ultima immagine positiva di un'Eurolega che, di lì a poco, avrebbe visto l'Olimpia finire nel tunnel di 10, incredibili sconfitte consecutive. Il jolly da metà campo, al termine del primo tempo, di Alessandro Gentile, in una delle sue ultime apparizioni milanesi; le importanti triple di un Abass infallibile dalla lunga distanza, la super consistenza di Simon (29 di valutazione), sprazzi di un buon Raduljica e lo show di Rakim "The Dream", top scorer di quell'incontro con 22 punti. A distanza di 3 mesi, tuttavia, l'Olimpia ritroverà un Anadolu Efes ben diverso da quello visto al Forum nella precedente occasione, rivoluzionato nel roster e nella mentalità di una squadra ora impegnata insieme al Darussafaka nella lotta per uno degli ultimi posti disponibili per la qualificazione ai playoff. 

Il cammino

Derrick Brown
Brown, in crescita esponenziale nelle ultime settimane

Attualmente ottavo, e capace di rialzarsi al meglio da un brutto avvio caratterizzato da tre K.O. consecutivi, l'Anadolu Efes è riuscito ad avere una discreta continuità di prestazione dopo la netta sconfitta incassata a Milano, pur non riuscendo sempre ad abbinare le buone cose viste sul parquet alla vittoria finale: il record, dalla gara di andata contro l'EA7, recita 8 vittorie e 7 sconfitte (10-11 totale), con il punto più basso probabilmente raggiunto contro lo Zalgiris Kaunas (71-84) di fronte ad un inatteso crollo interno per mano dei ragazzi di Jasikevicius. A spiccare su tutto, invece, ecco il tris di successi consecutivi contro Stella Rossa (100-79), Maccabi Tel-Aviv (77-86) e Barcellona (72-68), insieme alle due ultime, preziosissime vittorie contro Darussafaka (93-81) e ancora Stella Rossa (72-86), uscendo indenni dalla bolgia dell'Aleksandar Nikolic di Belgrado: gare che hanno visto in Derrick Brown, ala grande tuttofare ex Lokomotiv Kuban, uno dei protagonisti principali tra gli uomini di Perasovic, in grande crescita e capace ora di viaggiare a 13 punti e 6 rimbalzi di media a gara.

Cambiamenti

Brandon Paul
Brandon Paul, uno dei due nuovi arrivi in casa Anadolu Efes

Rispetto alla partita d'andata l'Anadolu Efes ha rinforzato sensibilmente il proprio roster, puntando su due nuovi rinforzi e salutando Bryce Cotton. Il play/guardia statunitense, a quota 8 punti di media realizzati nelle 10 partite giocate con il club turco, ha infatti deciso di lasciare la squadra nelle prime settimane di dicembre, spinto dalla volontà di rientrare negli USA ed allontanarsi da una città continuamente scossa dagli ormai purtroppo ordinari attentati terroristici. Al suo posto ecco Brandon Paul, guardia pura di 193 cm, protagonista di un impatto importante con il mondo-Eurolega dopo l'esperienza della scorsa stagione in Liga vissuta a Badalona: 10.9 punti di media a gara e prestazioni super contro Galatasaray (19 punti), Real Madrid (16), Barcellona (25) e Darussafaka (21) volte a mostrare pienamente il grande potenziale offensivo nelle mani del prodotto di Illinois. Insieme a lui, come nuova aggiunta nel reparto lunghi turco, ecco anche Alex Kirk, vecchia conoscenza del campionato italiano dopo l'annata scorsa spesa a Pistoia: il centro americano, dotato di grande pericolosità perimetrale, ha preso il posto di Alen Omic (tornato in Spagna con la maglia dell'Unicaja Malaga), rientrando dalla breve parentesi in Cina. Doppia mossa intelligente sul mercato per garantire a Perasovic due rinforzi con qualità precedentemente non presenti nel roster dell'Anadolu Efes, pronto ora a giocarsi fino in fondo le chances di chiusura della regular season tra le prime 8. Anche contro un'Olimpia che, uscita da un mare di difficoltà, è intenzionata a non mollare di fronte allo stesso obiettivo: difficilmente raggiungibile sì, ma non ancora matematicamente impossibile.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.