UFC, Conor McGregor: "Prenderò a schiaffi Silva, GSP e Woodley"

Alzi la mano chi sentiva la mancanza di Conor McGregor. Notorius si prende nuovamente tutta la scena, rispondendo ad Anderson Silva e chiamando in causa GSP e Woodley.

McGregor vs Alvarez Photo Credits: Adam Hunger-USA TODAY Sports

1k condivisioni 3 commenti 5 stelle

di

Share

Incontenibile: non ci sono altri aggettivi per descrivere il Conor McGregor degli ultimi giorni. Tornato mediaticamente alla ribalta dopo mesi di calma apparente, Notorius ha ripreso in mano le redini del gioco in men che non si dica, catalizzando tutta l'attenzione del pubblico delle MMA su di se. UFC gioisce, nel godersi il rientro sulla scena pubblica della propria superstar più importante, con buona pace degli haters dell'irlandese.

Business and pleasure

A video posted by Conor McGregor Official (@thenotoriousmma) on

Non ce ne voglia nessuno quando diciamo che l'assenza di McGregor si è sentita parecchio: basti pensare a tutti i fighter che hanno chiamato in causa l'irlandese nel corso delle ultime settimane. Il caso più eclatante resta quello di Anderson Silva. Il Ragno, ex campione pesi medi UFC, ha infatti chiesto a più riprese un match contro McGregor, nonostante l'evidente dislivello in termini di peso.

La proposta del brasiliano si aggiunge a quelle già avanzate in precedenza da Tyron Woodley e Georges St-Pierre, che hanno lanciato figurativamente il proprio guanto di sfida al campione pesi leggeri. La domanda però è una sola: poteva Conor McGregor ignorare tali proposte, senza rispondere pubblicamente ai diretti interessati? Ovviamente no. Così si giunge a Manchester, dove attraverso un evento PPV organizzato proprio dall'istrionico atleta, si arriva anche a toccare questa tematica, con l'approccio che ha da sempre contraddistinto McGregor.

Fan**lo Silva, fan**lo Woodley e fan**lo St-Pierre. Ma che ca**o vuole di preciso Anderson Silva? Continua a fare il mio nome di continuo, giorno dopo giorno. Sono pronto ad affrontare tutti loro. Basta che ci siano i giusti numeri, assieme alle giuste situazioni: incastriamo tutto per bene e mettiamo il giusto compenso. Ci sarà un momento adatto per ognuna di queste situazioni, considerando che c'è anche Floyd Mayweather in fila. Prima di tutto, potrei tornare nei welter, prendendo a schiaffi quel mentecatto di Woodley e portando la terza cintura a casa. Poi, chi resta? Il fo**utissimo Silva? GSP? Bene, mi occuperò di ciascuno di loro!

Schietto, diretto e mai banale. Così Conor McGregor decide di controbattere alla sfida lanciata principalmente da Silva, rispondendo nel contempo a tutti coloro che lo hanno tirato in ballo nell'ottica di un possibile supermatch. Intanto, più passano i giorni e più il ritorno in azione dell'irlandese si avvicina: la gravidanza della compagna volgerà al termine tra pochi mesi, dando così un formale via libera al rientro di McGregor. Notorius affronterà con tutta probabilità il vincente del match tra Khabib Nurmagomedov e Tony Ferguson, che si contenderanno la cintura pesi leggeri ad interim a UFC 209.

Share

Vota

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.