Premier League, Vardy ha ballato una sola stagione? Le cifre del tracollo

Un anno fa lo storico gol al Liverpool, poi il rinnovo e la corsa verso la Premier. A 12 mesi di distanza le cifre sono impietose: 13 gol in meno e Leicester sul baratro.

Vardy

450 condivisioni 0 commenti

di

Share

Davvero Jamie Vardy ha ballato una sola stagione? In Inghilterra qualche tabloid comincia a chiederselo. Le cifre del resto sono impietose: l'anno scorso, a questo punto della stagione, il bomber del Leicester aveva segnato 18 reti, quest'anno è fermo a 5. Fermo davvero, perché la sua ultima realizzazione è datata 10 dicembre, una tripletta decisiva al Manchester City.

Jamie, where are you now?

E il confronto diventa ancora più impietoso se si pensa che proprio un anno fa Jamie segnava al Liverpool quello che forse è il gol più bello che abbia mai fatto, quel destro al volo a scavalcare Mignolet che rimarrà nella storia. Pochi giorni dopo, osannato da media e tifosi, firmava il rinnovo e ripartiva con rinnovato vigore la corsa verso la conquista del titolo più romanico della Premier League. 

Bomber di una sola stagione?

Un anno dopo siamo qui a parlare di un'involuzione sconcertante, di una squadra che ha perso tutti i suoi glitter di brillantezza e di un attaccante che sembra essersi perso per strada, tanto da rischiare di passare alla storia come un one-season wonder. Le cifre parlano drammaticamente chiaro: l'anno scorso le Foxes avevano un tasso di conversione a rete del 18,6, quest'anno sono ferme a 13,1, solo quattro squadre hanno fatto peggio. E se la coppia Vardy-Mahrez aveva realizzato 14 gol decisivi, quest'anno è ferma a 1.

L'importanza di Kanté

Eppure la squadra è per dieci undicesimi la stessa della cavalcata trionfale, ma sono di nuovo le cifre a suggerire che il problema sta proprio lì, in quell'undicesimo che non c'è più e che non ha ancora trovato un degno sostituto. N'Golo Kanté vinceva da solo una media di 4.6 tackle e intercettava oltre 4 palloni a partita, numeri che senza il francese, ora al Chelsea, sono crollati, così come quelli dei duelli vinti in mezzo al campo, scesi da 51 a 39. Ovviamente meno duelli vinci a centrocampo, meno palloni riesci a servire ai tuoi attaccanti.

La colpa non è solo di Vardy

Che la colpa del tracollo del Leicester non sia tutta di Vardy, allora? Il difensore delle Foxes Danny Simpson ne è convinto:

Jamie ha pochissime occasioni da gol. E se la squadra non lo aiuta creando occasioni che lui possa trasformare, che cosa volete che faccia? Dobbiamo ritrovare il nostro spirito e tornare a combattere.

Simpson insieme a Vardy

Abituati a soffrire

Il club, intanto, difende a spada tratta Ranieri, ma gli impegni si infittiscono: stasera c'è il Derby County per la FA Cup - diretta su Fox Sports dalle 20.40 - e domenica lo scontro salvezza a Swansea. Il Leicester non ha ancora segnato nemmeno un gol nel 2017 e il dilly-ding dilly-dong della scorsa stagione è già un campanello d'allarme, ma Simpson riesce a trovare un lato positivo:

Fortunatamente la maggior parte di noi era già qui due anni fa, siamo abituati a soffrire. Sappiamo come si fa, ce la faremo.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.