Dai pc al calcio, il caso Bill Gates: rifiutò di comprare il Liverpool

Niente calcio, nessun investimento: Bill Gates dice no alla Premier League. L'informatico in passato rifiutò la proposta di comprare il Liverpool. Ecco come andò.

Bill Gates

452 condivisioni 0 commenti

di

Share

Una squadra come un computer, ve la immaginate? Giocatori che si muovono a comando. Linguaggio dell'allenatore codificato. Perfezione totale. Ok, ma serve un presidente del settore informatico. Tipo... Bill Gates. Sì, è lui l'uomo giusto: il fondatore di Microsoft a capo di una squadra di calcio. Uno che in passato fu vicino ad acquistare il Liverpool. Ma alla fine il genio del pc rifiutò. Ecco come è andata.

'No thanks'

Passo indietro. 6 febbraio 2007: gli americani George Gilett e Tom Hicks acquistano i Reds dall'ex proprietario David Moores. Ma le cose non andarono affatto bene: risultati deludenti, affari ancor di più. Questione di feeling. E di culture. America e Inghilterra, così simili: così distanti. Soprattutto per i rapporti con i tifosi.

Gli ex proprietari del Liverpool

Poi la situazione economica. In una parola: debiti. Partono le battaglie legali. I due soci, nel 2008, ottengono un prestito dalla Royal Bank of Scotland. Soldi freschi per costruire il nuovo stadio. Ma nulla di concreto, si vende.

Ciao Bill

Così nel 2010 sono obbligati a cedere la società al fondo Fenway Sports Group, a capo anche della squadra di baseball statunitense dei Boston Red Sox. Prima, però, ci fu il casting dei possibili compratori. Ok, nomi grossi ne abbiamo? Certo, Bil Gates. Mister Microsoft. Mica un pesce piccolo. Ma l'informatico statunitense declinò la proposta. E il Liverpool passò nelle mani dell'allora presidente Martin Broughton. Non solo, oltre a Gates, ci fu anche un approccio per Robert Kraft: numero uno del team di footbal New England Patriots e della squadra calcistica dei New England Revolution.

Share

Commenta

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.