Lahm ha deciso: "Mi ritiro!". Bayern Monaco infastidito

Il capitano dei bavaresi - che ha festeggiato le 500 presenze - dirà addio al calcio a fine stagione. Il club, che gli aveva proposto un ruolo da ds, si dice sorpreso.

Il capitano del Bayern Monaco, Philipp Lahm

1k condivisioni 0 commenti

di

Share

È arrivato il momento di dire basta. Il capitano del Bayern Monaco, Philipp Lahm, ha deciso di ritirarsi dal calcio giocato. Una scelta sofferta, ma che era nell'aria da tempo. Dopo aver festeggiato le 500 presenze con la maglia dei bavaresi, il campione del mondo programma il suo addio.

A riferirlo è la Bild: nonostante il suo contratto scada nel 2018, Lahm lascerà con un anno d'anticipo. Non solo. Il numero 21 del Bayern Monaco e della nazionale tedesca ha rifiutato il ruolo da dirigente che gli era stato offerto dalla società: quello di direttore sportivo, lasciato libero da Matthias Sammer la scorsa estate.

Sono sicuro di poter portare a termine la stagione, ma non oltre. Mi impegnerò comunque per dare l'esempio. Ci sono stati dei colloqui, ma ho capito che non è il momento giusto per accettare.

Alla base della rinuncia ci sarebbero delle questioni politiche interne al club, che riguardano sia il presidente, Uli Hoeness, che il CEO, Karl-Heinz Rummenigge. Se avesse accettato, infatti, avrebbe ricoperto solo un ruolo di facciata, non avrebbe avuto potere decisionale. L'ultima parola sui trasferimenti sarebbe stata del consiglio di amministrazione, rendendo Lahm impotente di fronte al volere della maggioranza.

Prima dell'inizio del match contro il Wolfsburg (vinto 1-0), valido per gli ottavi di finale di coppa di Germania (DFB Pokal, ndr), l'assistente di Carlo Ancelotti, Hermann Gerland, ha glissato sulla questione che riguarda il futuro di Lahm:

Non ne so niente. È una decisione che può prendere solo Philipp.

Inizialmente sembrava che il capitano potesse allenare nel settore giovanile del Bayern Monaco, ma poi Rummenigge ha visto in lui il possibile sostituto di Sammer come ds. Del parere opposto Hoeness, che per quel ruolo vorrebbe Max Eberl, il general manager del Borussia Mönchengladbach. Solo una cosa è certa. Dopo Steven Gerrard e Frank Lampard, anche Lahm - a 33 anni appena compiti - è pronto a dire addio al mondo del calcio. Si prenderà un anno sabbatico per riflettere e decidere il suo ritorno nel mondo dello sport.

Il Bayern Monaco risponde

Con un comunicato, firmato Karl-Heinz Rummenigge, il Bayern Monaco ha così commentato la scelta di Lahm facendo trasparire un certo fastidio:

Siamo sorpresi dalle modalità con cui la decisione di Lahm e del suo agente è stata resa nota. Alla fine della scorsa settimana ci aveva detto che non voleva accettare il ruolo di direttore sportivo e che aveva intenzione di terminare la sua carriera già a giugno, prima della fine del suo contratto nel 2018. Eravamo rimasti d'accordo che l'annuncio sarebbe stato fatto congiuntamente con il Bayern. In ogni caso ribadiamo che le porte saranno sempre aperte per lui.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.