Serie A, Stadio Olimpico: via barriere tra le curve in tempi ragionevoli

Le barriere divisorie vennero messe da Gabrielli nel 2015 per motivi di sicurezza. Si va verso una normalizzazione della situazione a breve, come vuole la Uefa.

Stadio Olimpico e le barriere nelle curve: verranno tolte

89 condivisioni 0 commenti

di

Share

Via le barriere dallo Stadio Olimpico. È questo l'obiettivo del ministro dell'Interno, Marco Minniti, e del Ministro dello Sport Luca Lotti, che vogliono una fruizione del calcio all'interno dell'impianto capitolino più libera e sicura. Un mandato affidato al capo della Polizia Franco Gabrielli nel corso della riunione che si è tenuta questa mattina al Viminale e durante la quale è stata esaminata la proposta avanzata dallo stesso Lotti.

Costruire un percorso che consenta, in tempi ragionevoli, il superamento delle barriere divisorie tra le curve dello stadio Olimpico al fine di poter fruire, in condizioni di sicurezza, delle manifestazioni sportive in forma più ampia e serena.

Questo il messaggio affidato alla Polizia di Roma, cui hanno contribuito il presidente della Lazio, Claudio Lotito, l'amministratore delegato della Roma, Umberto Gandini e il direttore generale Mauro Baldissoni, tutti presenti alla riunione di questa mattina.

Le attuali barriere presenti nelle curve dell'Olimpico sono una misura straordinaria adottata nel giugno 2015. Un passo indietro che fece molto rumore ai tempi, ma che l'allora neo capo della polizia capitolina ritenne necessario per garantire sicurezza e una migliore gestione da parte delle forze dell'ordine all'interno dell'impianto. Una scelta che andava in senso opposto al resto del mondo e all'Uefa, intenzionata ad abolire le barriere e le divisioni, per un calcio a portata di tutti e che non allontani, ma riporti, gli appassionati negli stadi. In questo senso, la scelta di oggi, sembra andare verso un miglioramento.

Share

Commenta

Con il tuo consenso, questo sito internet utilizza cookies di terze parti per migliorare la tua esperienza. Puoi conoscere di più sul nostro utilizzo dei cookies e su come modificare le impostazioni nella nostra Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all'utilizzo dei cookies.